media & sipario - Assassin's Creed. Tutto quello che c'è da sapere, capitolo #2

Questo sito utilizza cookies per facilitare la navigazione dei suoi utenti. Premendo il pulsante OK l'utente ne accetta l'utilizzo sul device

Sidebar

SPETTACOLI CONSIGLIATI

articoli

16
Wed, Aug

Assassin's Creed. Tutto quello che c'è da sapere, capitolo #2

Strumenti
Carattere

Seconda parte della nostra breve serie di articoli dedicata ad Assassin's Creed. In questo secondo articolo si analizzano la terza e quarta edizione della saga 

GAMING - Con grande sorpresa, il 2010 non vide l’uscita di Assassin’s Creed III, bensì di “Assassin's Creed: Brotherhood”: seguito diretto del secondo capitolo che narrava le vicende di Ezio in una meravigliosa città di Roma, mentre cercava di opporsi alla famiglia dei Borgia, con Rodrigo ancora papa e i suoi figli Lucrezia e Cesare Borgia e la loro incestuosa relazione.

Il 2011 concluse la trilogia di Ezio con “Assassin's Creed: Revelations”, mostrando il protagonista ormai anziano ed assurto a capo dell’Ordine degli Assassini. Ezio si metterà in viaggio per la città di Masyaf, sede degli antichi Assassini, ed alla ricerca della sua libreria contenente la saggezza di Altair. Oltre ad Ezio, il gioco approfondirà molto gli anni di vita di Altair dopo la conclusione del primo capitolo. I due apprezzatissimi seguiti sono tutt’ora ritenuti fra i migliori episodi della serie, così come il suo protagonista, ancora ineguagliato a livello di carisma.

Assassin’s Creed III uscì invece alla fine del 2012 e Ubisoft dichiarò che avrebbe concluso il ciclo di Desmond. L’ambientazione era la guerra d’indipendenza americana e le prime immagini apparse sul web mostrarono un giovane Assassino accanto a George Washington.

Non appena Desmond entrerà nell’Animus, si troverà nell’anno 1754 a rivivere le imprese del suo avo Haytham Kenway che, con un inaspettato colpo di scena, si rivelerà essere non Assassino ma un Templare. La sua unione con la nativa americana Mohawk Kaniehti porterà alla nascita di Connor Kenway che, dopo aver vissuto nel villaggio della madre, assisterà al suo assassinio da parte di un Templare. Cercando vendetta il giovane verrà addestrato come Assassino e combatterà affianco a numerosissimi protagonisti della guerra d’indipendenza americana partecipando attivamente alla formazione degli Stati Uniti d’America. Molto importante sarà il rapporto conflittuale con il padre Templare.

Dall’altra parte dell’Animus, Desmond riunirà tutti gli indizi necessari a salvare il mondo dalla fine, cosa che però gli costerà la vita portando così a compimento la promessa di Ubisoft. L’accoglienza del pubblico fu generalmente positiva ma l’ambientazione per lo più boscosa non reggeva assolutamente il confronto con le meraviglie viste nel secondo capitolo, inoltre Connor non riuscì a fare breccia nel cuore degli appassionati, non presentando un carisma degno di Ezio.

assassin's creed IV

Per gli episodi del dopo-Desmond la trama non fu più legata da un filo conduttore unico, partendo da “Assassin’s Creed IV: Black Flag” infatti, l’Animus viene utilizzato da Abstergo Entertainment, facente parte di Abstergo Industries e specializzata nella creazione di videogiochi. Ad essere sottoposti al suo utilizzo saranno diversi impiegati, con l’unico scopo di trarne ispirazione per la scrittura di trame videoludiche.

Come il sottotitolo suggerisce, Assassin’s Creed IV è ad ambientazione piratesca e narra le vicende di Edward Kenway, nonno di Connor. Dopo una vita piuttosto turbolenta che vede il fallimento di un matrimonio, l’essere diventato un corsaro ed essersi temporaneamente avvicinato ai Templari, Edward riceve un addestramento da Assassino ed incontrerà diversi famosissimi corsari tra i quali il temibile Barbanera.

In questo capitolo è molto importante la parte di esplorazione e combattimento navale, già introdotta nel precedente episodio. È infatti possibile navigare per diverse isole dei Caraibi, cacciare balene e partecipare a numerose battaglie navali.