media & sipario - I Marillion in doppio concerto italiano, ma solo ad ottobre

Questo sito utilizza cookies per facilitare la navigazione dei suoi utenti. Premendo il pulsante OK l'utente ne accetta l'utilizzo sul device

Sidebar

SPETTACOLI CONSIGLIATI

articoli

18
Fri, Aug

I Marillion in doppio concerto italiano, ma solo ad ottobre

Strumenti
Carattere

Due sole date italiane per poter ascoltare la band progressive inglese, a Roma e Milano il 3 e 4 ottobre 2017

TOUR - E' fuori di dubbio che due sole date non possano essere di completa soddisfazione dei tanti estimatori italiani della band, anche in considerazione che verrà presentato l'ultimo album, il diciottesimo in studio, "Fear", con un nuovo light show. Ma questo è, purtroppo!

Sold out ovunque per i concerti dei Marillion, finora. (vedi Il suono può essere fatto se è quello dei Marillion) A tale proposito ha dichiarato Steve Rothery (chitarrista della band): “Siamo davvero fortunati perché la risposta della gente è fantastica ovunque suoniamo, persino nei paesi non di lingua inglese. C'è qualcosa nella nostra musica che sembra abbattere ogni barriera linguistica”.

steve rothery

La passione per la dimensione live è intensa anche in Steve Hogarth (il cantante): “Il concerto è l’aspetto che preferisco del mio lavoro. La possibilità di condividere uno stato d’animo con quelli che capiscono le mie parole e, di conseguenza, anche me, persino quando non conoscono l’inglese. I fan sono talmente legati alla nostra musica che prima dei concerti leggono e approfondiscono le parole: pochi artisti possono vantare una relazione così personale con il proprio pubblico. Ho avuto il privilegio di suonare davanti a 80.000 persone ma anche davanti a 200… l’ho apprezzato allo stesso modo”

La band ha venduto più di 30 milioni di dischi, un traguardo incredibile, reso ancora più difficile dalla loro intransigenza verso l’industria musicale negli ultimi 20 anni (vedi Pete Trewavas, non pensavamo che "Script" sarebbe stato così importante per noi). I Marillion distribuiscono i propri lavori in tutto il mondo, mantenendone il completo controllo grazie anche al supporto del pubblico. Riguardo il rapporto con la discografia, Steve Rothery ha affermato: “Mai più con una major discografica. Ogni artista nel corso della propria carriera commette diversi sbagli, inutile pensare di evitarli… non è possibile. Alcuni li puoi rifare perché nel corso del tempo, dedicandoti alla musica, puoi dimenticarli. Si afferma spesso: mai dire mai. Però alcuni errori ti segnano a vita e stai bene attento a cercare di non compierli nuovamente. Come, per esempio, firmare per una major discografica alle loro condizioni!!!”.

Il (mini) tour: martedì 3 ottobre a Roma, ore 21, Auditorium Parco della Musica (Sala S. Cecilia) - mercoledì 4 ottobre a Milano, ore 21, Teatro degli Arcimboldi.

Ulteriori informazioni: telefono 329.3624612

CHI E' DI SCENA MUSICALE