media & sipario - Marconi Teatro Festival, buona la prima si pensa già alla seconda

Questo sito utilizza cookies per facilitare la navigazione dei suoi utenti. Premendo il pulsante OK l'utente ne accetta l'utilizzo sul device

Sidebar

SPETTACOLI CONSIGLIATI

articoli

18
Fri, Aug

Marconi Teatro Festival, buona la prima si pensa già alla seconda

Strumenti
Carattere

Invece di chiudere i battenti per il periodo estivo, la sala romana ha deciso di tenere compagnia al proprio pubblico con 60 spettacoli in 34 giorni 

ROMA - Sfatata la leggenda che vuole le sale teatrali vuote nel caldo - per non dire torrido - periodo estivo. Basta essere condizionati all'interno, avere uno spazio esterno, un comodo parcheggio e, soprattutto, una buona proposta da presentare al pubblico.

Data questa check-list da spuntare, è evidente che il Teatro Marconi di Roma (in Viale Marconi 698 e) fosse in grado di mettere tutte le crocette al posto giusto, visto che ha raccolto circa 7.000 spettatori nelle cinque settimane di spettacoli appena fatti, coinvolgendo più di 180 artisti in opere di alto pregio, magari, purtroppo, mancate per un soffio nelle stagioni invernali. Niente "saldi artistici" (come purtroppo in alcuni casi siamo abituati o tolleranti nel vedere), ma Programmazione di livello che si è discostata da quella canonica, solo nell'abbigliamento estivo (del pubblico) e nella temperatura (esterna).

Molta stanchezza per chi ha organizzato e gestito il tutto (il direttore del Teatro Marconi, Felice Della Corte, affiancato da Riccardo Bàrbera e, per la parte organizzativa, Ilaria Ceci e Davide Sacco), sicuramente, ma anche soddisfazione che fa già pensare alla prossima edizione (ovviamente prima ci sarà la stagione invernale che riparte da ottobre).

“È stata una bellissima avventura”, spiegano Della Corte e Bàrbera, “una grande kermesse riuscita grazie all’ottima proposta culturale, alla collaborazione delle compagnie, all’affiatamento della squadra del Marconi. / Non nascondo che è servito tanto coraggio”, spiega Felice Della Corte, “dato che la manifestazione, tra le più complete quest’anno a livello di proposta culturale, non ha ottenuto alcun tipo di agevolazione economica. Con sacrificio, sforzo e determinazione, è andata bene”.

Ulteriori informazioni: sito internet www.teatromarconi.it - mail info@teatromarconi.it - telefono 06.4953554 - ufficio stampa Rocchina Ceglia

CHI E' DI SCENA TEATRALE