media & sipario - Claudia Baracchi parla di "amicizia" insieme a Lino Guanciale

Questo sito utilizza cookies per facilitare la navigazione dei suoi utenti. Premendo il pulsante OK l'utente ne accetta l'utilizzo sul device

Sidebar

SPETTACOLI CONSIGLIATI

articoli

18
Fri, Aug

Claudia Baracchi parla di "amicizia" insieme a Lino Guanciale

Strumenti
Carattere

Quando l'amicizia incontra la parola, non si può fare a meno di ascoltare

"L'amicizia sorge in seno all'estraneità, rivolgendosi all'esterno: cerca il rapporto non tanto con chi sta vicino, ma con chi viene da lontano. Ancora prima di designare l'approfondimento dell'intimità e della consuetudine, l'amicizia è il nome di un'apertura all'inconsueto". C. Baracchi - L'Amicizia

READING TEATRALE - Difficile riuscire ad ascoltare attentamente un excursus storico - filosofico sul tema dell'amicizia quando Claudia Baracchi, autrice del libro dal titolo omonimo (edizioni Mursia), decide di far accompagnare la sua lectio magistralis dalla voce (e dal sorriso) dell'attore Lino Guanciale, soprattutto se il giornalista che assiste alla presentazione è di sesso femminile (come la maggior parte del pubblico presente).

Nonostante i motivi di ovvia distrazione, la presentazione del libro avvenuta sul palco allestito davanti al castello di Vignola (provincia di Modena), in una serata programmata in seno all'Etra Festival, è stata una piacevole esperienza di "miscellanea" tra filosofia / reading teatrale / accompagnamento musicale (del musicista Andrea Candeli).

Claudia Baracchi - professore di Filosofia Morale all'Università di Milano - Bicocca - ha coraggiosamente affrontato un tema che, pur avendo solide radici nel passato, è quantomeno attuale in un momento storico in cui di "amicizia" si parla anche e soprattutto in maniera "virtuale".

In un contesto nel quale sui social più "amici" si hanno e più si è "fighi", oppure - per la regola degli opposti - anche il contrario (perché "pochi ma buoni"), è quasi anacronistico, parlare di questo sentimento così ampio che abbraccia l'amore nelle sue sfaccettature più pure: eppure la Baracchi riesce a passare da Aristotele a Platone, da Seneca ai filosofi più moderni per tornare agli antichi romani: popolo per il quale l'amicizia equivaleva alla sodalitas, cioè alla solidarietà fra gruppi di individui – detti sodales –  legati da uno stesso scopo pratico da raggiungere.

Letture dai filosofi con la voce e la mimica di Lino Guanciale, brani eseguiti alla chitarra, piccoli brani estrapolati dal libro spiegati dalla stessa Baracchi che illustra la sintesi del concetto di amicizia anche nella politica, tanto passata quanto attuale: l'accettazione dell'altro con pregi, difetti, diversità.

Più di due ore ad ascoltare parole vergate da autori del passato mediate dalla voce del presente, con uno sguardo speranzoso al futuro.

Per informazioni sui prossimi appuntamenti dell'ETRA FESTIVAL www.etrafestival.it

CHI E' DI SCENA TEATRALE