media & sipario - Aibes e Scuola Alberghiera, per un futuro professionale ancora più "frizzante"

Questo sito utilizza cookies per facilitare la navigazione dei suoi utenti. Premendo il pulsante OK l'utente ne accetta l'utilizzo sul device

Sidebar

CONSIGLIATI

18
Thu, Jan

Aibes e Scuola Alberghiera, per un futuro professionale ancora più "frizzante"

Strumenti
Carattere

In svolgimento alla Scuola Alberghiera di Viterbo il corso base per barman di A.I.B.E.S. (Associazione Italiana Barmen e Sostenitori)

VITERBO - Il barista è sempre più una professione ad ampio spettro, un lavoro che cambia nell'arco della giornata, sulla base dell'orario e - conseguentemente - dei prodotti che vengono richiesti dai clienti, passando dal più classico "cappuccino e brioche" della mattina, alle sofisticate composizioni dell'aperitivo e del dopo-pasto notturno. Alla preparazione dei principali cocktail di base è necessario quindi abbinare la conoscenza di prodotti, sperimentazione e una buona dose di gusto estetico.

Alle domande di chi professionalmente è già dietro un bancone, ma anche per chi lo sarà a breve, danno risposte gli esperti selezionati dalla AIBES (unica associazione legalmente riconosciuta) e il relativo corso che si sta svolgendo presso la sala ristorante della Scuola Alberghiera della Provincia (via Alessandro Volta a Viterbo). Gli incontri prevedono lezioni teoriche e pratiche, alle quali seguono esercitazioni di miscelazione e composizione di cocktail e long drink, preparazioni di decorazioni di frutta e aggiornamenti su come predisporre un servizio ottimale.

Il corso - che non è rivolto ai soli diplomati della scuola - ha come scopo principale quello di fornire (o ampliare) le basi di conoscenza della professione del barman, non soltanto un mestiere, ma un modo di essere creativo, artista e professionale. Un lavoro difficile e impegnativo ma che, fortunatamente, ancora riesce ad offrire buone opportunità di impiego.

Ulteriori informazioni: Cesare Achilli (vice fiduciario A.I.B.E.S.) - tel. 338.2658510 - email cesare_achilli@libero.it