media & sipario - Ha suonato la campanella per Nada e per la sua Leonida

Questo sito utilizza cookies per facilitare la navigazione dei suoi utenti. Premendo il pulsante OK l'utente ne accetta l'utilizzo sul device

Ha suonato la campanella per Nada e per la sua Leonida

Strumenti
Carattere

Cosa succede quando un dirigente scolastico si rivela un fan appassionato? Succede che studenti e ospiti hanno così il piacere di ascoltare Nada Malanima nelle vesti di scrittrice

LIBRI - Solitamente le scuole non sono (incredibile!) luoghi deputati ad ospitare incontri letterari, specialmente sul finire dell'anno scolastico.

presentazione

Fortunatamente per chi è stato presente si sono incastrati (favorevolmente) i seguenti tasselli: un piccolo torto da riparare da parte di Fondazione Caffeina, la disponibilità piena del prof. Luca Damiani (preside dell'Istituto Tecnico Tecnologico "A. Volta" di Viterbo, ma soprattutto fan della cantante), la cortesia di Nada Malanima e di Simone Caltabellota (direttore editoriale di Edizioni di Atlantide) e circa 200 studenti che, per una volta, hanno provato (non tutti riuscendoci) ad abbandonare il proprio cellulare, per ascoltare l'ospite.

nada malanima

Nada Malanima si presenta esattamente come dovrebbe una signora della sua età (che ci sembra assolutamente ineducato scrivere, basta comunque andare su Wikipedia), con un lungo abito verde scuro, un trucco leggero, i capelli piacevolmente scomposti e  la bellezza - sempre più rara nello showbiz - di chi non si nasconde l'età, ma lascia che sia la propria testa ad affascinare (realmente) e non altro genere di accorgimenti (farmacologici).

nada malanima

Il suo ingresso è salutato dalla proiezione di un video realizzato da Alessia Scalone, studentessa concorrente (perché appartenente ad altro istituto), nel corso del quale abbiamo tutti il piacere di vedere Nada, praticamente da "bambina", intervistata intelligentemente (e questo già basterebbe a far capire che siamo in un lontano passato) presumibilmente da Arnoldo Foà.

video

L'artista sveste oggi i panni di cantante, anche se racconta del suo passato, nemmeno troppo lontano (vedi Nada in concerto è un mattone gettato contro una vetrina) e dell'importante incontro - e sodalizio artistico - con Piero Ciampi.

luca damiani

In veste di scrittrice, "Leonida" è la sua quarta opera edita, un romanzo con protagonista al femminile, scritto in prima persona ma non autobiografico. Si racconta del percorso di vita di Leonida, una ragazza che attraversa tutte le fasi della propria vita sempre mancando di quegli affetti che sembrano così poco importanti, ma che sono fondamentali quando non si hanno.

alessia scalone

Nada Malanima è come scrittrice identica alla Nada cantante: una persona vera (o che sa presentarsi molto bene!), sempre sorridente e rilassata. Probabilmente dotata di quella apparente tranquillità che chi vive bene con se stessa e circondata di piccoli valori sa di avere, tutta questa pacatezza si riflette nel piacevole incontro e nell'ascolto delle sue parole.

caffeina festival

Al termine, dopo una intelligente osservazione del prof. Damiani sull'aspetto musicale degli scritti di Nada, sono i ragazzi a fare alcune domande, accuratamente preparate in imminenza dell'incontro. Nada si congeda dal pubblico, non senza aver firmato le copie del libro presente, essersi sottoposta ai selfie di ordinanza e aver dato appuntamento al pubblico più caffeinomane per la prossima edizione del Festival (in programma a Viterbo dal 24 giugno al 3 luglio 2016). E chissà che in questa occasione non porti con sé anche il lato "canterino".

0
0
0
s2sdefault
brook.jpg