media & sipario - Bagno di folla per il concerto dei Dire Straits Legacy

Questo sito utilizza cookies per facilitare la navigazione dei suoi utenti. Premendo il pulsante OK l'utente ne accetta l'utilizzo sul device

Bagno di folla per il concerto dei Dire Straits Legacy

Strumenti
Carattere

La virata rock del piccolo Comune di Canepina (circa 3000 abitanti sui Monti Cimini del viterbese) ha sicuramente pagato: un bagno di folla ha accolto il concerto degli spin off della celebre band inglese

LIVE REPORT - E' usanza consolidata per i comuni viterbesi organizzare, in occasione delle feste patronali, serate con artisti pop, da far eseguire in piazza e con ingresso rigorosamente gratuito. La scelta artistica si rivolge, solitamente, verso cantanti e musicisti italiani, preferibilmente con un recente passaggio per il Festival di Sanremo o - negli ultimi anni - per i talent televisivi. La lista è piuttosto lunga e abbraccia quasi tutti i gusti musicali, con un forte sbilanciamento - in negativo - verso il rock.

marco caviglia

Desta quindi ancora più sorpresa (e ammirazione per chi ha avuto così tanto coraggio) che, dopo i concerti italiani di Roma e Milano, si sia letta anche la piccola venue di Canepina (in provincia di Viterbo) tra gli impegni del tour internazionale dei DSLegacy.

chitarra acustica

La band eredita la grande popolarità che il gruppo originario conquistò negli anni '80 a suon di milioni di dischi venduti, consolidata grazie all'immensa capacità tecnica di Mark Knopfler (voce, chitarra e fondatore dei Dire Straits). Solo sei dischi realizzati in studio (tra il 1978 e il 1991), nove in totale, tutti di altissimo livello e dal successo mondiale. Un successo che Knopfler ha saldamente consolidato e aumentato, con la propria carriera da solista, negli anni.

alan clark

Caratteristica fondamentale dei Dire Straits - che permette a pieno titolo di non considerare i Legacy come una semplice cover anche se di lusso - l'utilizzo in forma pressoché costante di più musicisti (i cosiddetti turnisti) per singoli o molteplici progetti, che andavano dalla registrazione di un album al tour o al semplice concerto.

primiano di biase

Alcuni di questi artisti (molti dei quali, se non tutti, hanno un curriculum veramente impressionante) hanno dato vita prima ai Dire Straits Legend e più recentemente ai Dire Straits Legacy.

caviglia - palmer

La line up dei DSLegacy: Phil Palmer (chitarra e voce) - Alan Clark (piano e tastiere) - Mel Collins (sax e clarinetto) - Steve Ferrone (batteria) - John Giblin (basso) - Marco Caviglia (voce e chitarra) - Primiano Di Biase (tastiere).

phil palmer

Scaletta di tutta tranquillità con quei brani che tutti - anche coloro che potrebbero confondere i Dire Straits con gli Eagles - hanno almeno una volta nella vita ascoltato, anche senza sapere chi siano stati gli esecutori.

john giblin

Il corpo centrale del concerto è occupato da quei pezzi che fanno alzare al cielo i numerosi telefonini per registrare in toto o frammento: "Romeo and Juliet", "Tunnel of Love", "Private Investigations" e "Sultan of Swings".

steve ferrone

Eccellente la qualità (e quantità) tecnica offerta da Steve Ferrone (Tom Petty and the Heartbreakers e collaborazioni con - tra i tanti - Bee Gees e Eric Clapton) che mantiene costantemente allineato il ritmo dei compagni (difficile stare al suo passo), malgrado la sostituzione di un rullante e la necessità di un tecnico nell'ultima parte del concerto per - probabili - spostamenti fisici del proprio strumento.

mel collins

Divertente e divertito Mel Collins (ex King Crimson - ma sarà presente nel tour 2016 della celebratissima band di Robert Fripp - e collaborazioni con - tra i tanti - Camel e The Alan Parsons Project) che continuamente saluta, sorride, lancia baci e suona (e suona bene!).

dire straits legacy

Il finale è con "Telegraph Road", "Brothers in Arms" e "Money for Nothing": non ci sono, ovviamente, né Mark Knopfler, né Sting. Ma non si poteva chiedere di più, diversamente si sarebbe dovuto chiedere ospitalità, per accogliere il pubblico, anche ai comuni vicini.

(articolo e foto di Luciano Lattanzi - riproduzione non consentita)

Protected by Copyscape

0
0
0
s2sdefault
picasso.jpg