media & sipario - La Guerra, fortunatamente solo Illustrata, è in mostra al Museo Civico del Risorgimento di Bologna

Questo sito utilizza cookies per facilitare la navigazione dei suoi utenti. Premendo il pulsante OK l'utente ne accetta l'utilizzo sul device

La Guerra, fortunatamente solo Illustrata, è in mostra al Museo Civico del Risorgimento di Bologna

Strumenti
Carattere

Ha appena aperto i battenti, e rimarrà visitabile fino al 27 gennaio 2019, la mostra GUERRA ILLUSTRATA, GUERRA VISSUTA La Grande Guerra a Bologna tra storia e memoria

BOLOGNA - A cento anni dalla fine del primo conflitto mondiale, la mostra presenta i risultati di un progetto - curato da Mirtide Gavelli e Roberto Martorelli - finalizzato all'implementazione di un portale che renda accessibile, in forma unitaria, una memoria collettiva, cittadina e nazionale sugli avvenimenti legati alla Prima Guerra Mondiale, con particolare riferimento alla memoria dei caduti bolognesi.

mauzan - lionne

Manifesto di Achille Luciano Mauzan / Fate tutti il vostro dovere! / Milano, Ricordi, 1917 / © Museo civico del Risorgimento Bologna | Certosa - Manifesto di Enrico della Leonessa in arte Lionne / Date denaro per la vittoria: la vittoria è la pace
Banca Italiana di Sconto, per il IV Prestito nazionale, 1917 / Stampa litografica,Bergamo, Officine dell’Istituto Italiano d’Arti Grafiche. Museo del Risorgimento Bologna / © Museo civico del Risorgimento Bologna | Certosa

L'iniziativa intende porsi come un momento di conoscenza e promozione del lavoro di digitalizzazione di fonti documentarie e memorialistiche di diversa natura svolto tra il 2015 e il 2018, attraverso l'esposizione al pubblico di alcuni dei più rilevanti documenti appartenenti a un patrimonio ancora poco conosciuto e in alcuni casi del tutto inedito.

mauzan - capranesi

Manifesto di Achille Luciano Mauzan / E nostro torni quel che fu già nostro! / Per il V Prestito nazionale, 1917-18, particolare / Milano, Officine G. Ricordi e C. Museo del Risorgimento Bologna / © Museo civico del Risorgimento Bologna | Certosa - 
Manifesto di Giovanni Capranesi / Sottoscrivete al Prestito / V Prestito, 1917-1918 / Stampa litografica a colori, Bergamo, Officine dell’Istituto Italiano d’Arti Grafiche. Museo Risorgimento Bologna / © Museo civico del Risorgimento Bologna | Certosa

Sulle pareti della sala mostre una selezione di manifesti di propaganda dei prestiti nazionali, recentemente restaurati, rievocano ciò che i nostri antenati potevano vedere sui muri di città italiane ed europee: una propaganda massiccia, multiforme, capillare, perché ogni cittadino senza distinzione di età e condizione sociale, si sentisse “fronte interno” e si comportasse come tale, contribuendo, secondo le sue possibilità, alla vittoria finale. Nelle vetrine sono esposti documenti e cimeli originali relativi alla città di Bologna, normalmente non visibili al pubblico, che l'implementazione del portale ha permesso di fare conoscere e contestualizzare, riproducendone le immagini e raccontandone la storia.

codognato - borgoni

Manifesto di Plinio Codognato / Tutto il nostro risparmio alla patria / Per il IV Prestito nazionale, 1919 -1920, particolare / Stampa litografica, Milano, Pilade Rocco Impressioni d’Arte / Museo del Risorgimento Bologna / © Museo civico del Risorgimento Bologna | Certosa - Manifesto di Mario Borgoni / Fuori dai roveti della guerra procediamo risolutamente per le vie del lavoro! / cartolina per il VI prestito nazionale, Napoli, s.d. / Collezione privata / © Museo civico del Risorgimento Bologna | Certosa

Fin dalla sua creazione, il portale dedica uno scenario specifico alla Grande Guerra in cui i nomi degli 10.000 caduti del territorio di Bologna diventano via via volti, immagini e storie che è possibile consultare on line. Un importante intervento di arricchimento con nuovi contenuti e contributi è stata svolto in modo continuativo fino a oggi attraverso varie fasi, tra le quali una delle più recenti ha visto concludersi la campagna di digitalizzazione dei circa 9.000 documenti relativi al conflitto, conservati presso la biblioteca-archivio del Museo civico del Risorgimento. Oltre ai 2.240 scatti fotografici già pubblicati, si sono aggiunte tre collezioni fotografiche che hanno consentito un incremento complessivo di circa 1.700 immagini.

mitragliatrici

Paolo Senni / Udine. Due nidi di mitragliatrici con dieci soldati in posa. / Fotografia, 1917 / Collocazione: Archivio fotografico Paolo Senni, 1917, foto 445 / © Paolo Senni Guidotti Magnani

Il progetto digitale si è avvalso di un contributo erogato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri nell'ambito di un piano di finanziamento per la realizzazione, su tutto il territorio nazionale, di iniziative culturali connesse alla commemorazione del centenario della prima guerra mondiale, al fine di promuoverne la conoscenza degli eventi e preservarne la memoria presso le nuove generazioni. La mostra è inoltre parte di ‘EnERgie Diffuse - Emilia-Romagna un patrimonio di culture e umanità’, iniziativa della Regione Emilia-Romagna che celebra l'Anno Europeo del Patrimonio Culturale. 

velivolo

Paolo Senni / Orzano. Una folla di militari attorno al relitto del del velivolo austriaco Brandeburg C. I. 27.54 della Fliegerkompanie (Flik) 35 abbattuto l'11 febbraio 1917 dagli aviatori Francesco Baracca, Fulco Ruffo di Calabria e Goffredo Gorini. / Fotografia, 1917 / Collocazione: Archivio fotografico Paolo Senni, 1917, foto 485 / © Paolo Senni Guidotti Magnani

Museo civico del Risorgimento di Bologna, in Piazza Carducci 5, in mostra fino a domenica 27 gennaio 2019. Ingressi dal martedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 13, sabato e domenica dalle ore 10 alle ore 14. Per ulteriori informazioni sulla mostra: sito internet www.storiaememoriadibologna.it - ufficio stampa Elisa Maria Cerra / Silvia Tonelli (Bologna Musei). [Immagine di copertina: Paolo Senni / Udine. Un soldato approfitta di un momento di quiete per scrivere una lettera. / Fotografia, 1917 / Collocazione: Archivio fotografico Paolo Senni, 1917, foto 436 / © Paolo Senni Guidotti Magnani]

0
0
0
s2sdefault
proietti.jpg