media & sipario - Cesarini Ristrutturazioni presenta: compro casa. Come districarsi nel glossario delle agenzie

Questo sito utilizza cookies per facilitare la navigazione dei suoi utenti. Premendo il pulsante OK l'utente ne accetta l'utilizzo sul device

Cesarini Ristrutturazioni presenta: compro casa. Come districarsi nel glossario delle agenzie

Strumenti
Carattere

La decisione è presa: compriamo una vecchia casa. Ma di che tipo? "Abitabile", "Da rimodernare", "Finemente ristrutturata" o "Da ristrutturare"? Cerchiamo di capirne un po' di più

ARTICOLO SPONSORIZZATO - Il linguaggio degli annunci immobiliari in genere è questo e può anche essere più fantasioso. Spesso le definizioni sconfinano fluidamente l'una nell'altra, contribuendo alla confusione di chi deve acquistare. In Italia c'è una importante massa di invenduto che si è accumulato negli anni e, generalmente, la qualità degli interni è bassa, a fronte di stabili ben tenuti anche in quartieri di pregio. Ad attirare gli acquirenti c'è proprio la speranza di “fare l'affare”, si lavora molto con la fantasia su come sarà e le trattative non sono sempre brevi. Le statistiche sui report immobiliari (compravendite del'usato nell'anno 2017) ci dicono che il 40% ha riguardato alloggi "abitabili" e il 25% "da ristrutturare". Ma cosa significano veramente? La casa definita “abitabile” può essere abitata da subito, dopo una rinfrescata alle pareti? o la realtà è diversa? Che “qualità abitativa” offre così com'è?

Un dato fondamentale, da non sottovalutare mai: la classe energetica

La casa vecchia, spesso, è classificata come G, questo significa che se l'appartamento è in un piano intermedio dello stabile, come minimo sarà da verificare se il condominio ha previsto le valvole termostatiche per regolare i radiatori; dovremo sostituire gli infissi con quelli a vetrocamera; se è sottotetto dovremo verificare l'isolamento termico; se si tratta di un villino unifamiliare, si dovrò prevedere la possibilità di isolare la muratura con un "cappotto", oltre a provvedere all'isolamento termico del tetto e la sostituzione degli infissi. I soffitti alti, che tutti amiamo molto, comportano comunque una maggiore dispersione di calore e potrebbe essere necessario prevedere dei controsoffitti nei servizi e disimpegni per ridurre il volume da riscaldare.

Fondamentale un'accurata analisi eseguita da un tecnico o da un'impresa specializzata

Se la casa “abitabile” è un attico, coperta da terrazzo, anche se non ci sono tracce d'umidità visibili, sarà necessaria un'ispezione accurata della pavimentazione e dello stato dell'isolante, specie in prossimità della verticale del cordolo perimetrale o del parapetto, per verificare se il materiale isolante presenti crepe o distacchi; vanno controllate anche le pendenze e il bocchettone di scarico delle acque meteoriche. Se è un piano terra con giardino, va verificata la presenza di umidità capillare di risalita dal terreno e - per maggiore sicurezza - installati infissi con inferriate per protezione. 

E ora parliamo di impianti

Se nella casa non sono mai stati fatti lavori di ammodernamento, oltre alla distribuzione interna degli spazi possono essere stati mantenuti intatti anche i bagni; generalmente, non volendo fare altre spese, per l'aspetto igienico/estetico, si sostituiscono i sanitari: è consigliabile però verificare anche l'impianto idraulico e quello termico, specialmente se si vuole installare un termoarredo. L'impianto elettrico, importantissimo per la prevenzione incendi, è sicuramente da verificare, se ha già più di 15 anni. In conclusione “abitabile” sconfina spesso in “da rimodernare”, con un intervento di ristrutturazione “leggera”, senza spostamenti di muri interni, ma non per questo meno impegnativo.

La casa pubblicizzata come “finemente ristrutturata” ovviamente costa quasi come una nuova, ma spesso non tutte le scelte fatte dal progettista si adattano alle nostre esigenze di spazi e finiture, di conseguenza, anche se "finemente ristrutturata", saremo disposti a fare qualche piccolo (o grande) cambiamento.

A questo punto troviamo quel 25% di compratori, che dopo essersi scontrati con case “abitabili” e “finemente ristrutturate”, dopo aver trovato la metratura, il piano, l'esposizione, il palazzo bello nel quartiere che cercavano, ricevuta assistenza da un qualificato staff tecnico prima dell'acquisto, spuntato un buon prezzo, comprano la casa “da ristrutturare” che lo è veramente. Nel rispetto della struttura portante si faranno progettare gli spazi a proprio gusto, illuminati come e quanto vogliono, sceglieranno le finiture preferite, spenderanno sicuramente più degli altri, ma avranno la casa a propria immagine e misura.

Volete un appuntamento con un nostro esperto per una prima analisi sulla vostra possibile ristrutturazione?

Contattateci ai numeri 0761.250172 o 348.3677481, oppure inviate una mail, corredata di tutti i dati utili, a info@cesarini.eu. Avrete un chiarimento tecnico ed un suggerimento utile che non vi costeranno nulla!

Ulteriori informazioni sulla ristrutturazione della vostra casa:

sito internet www.impresacesarini.it - pagina facebook www.facebook.com/impresacesarini 

0
0
0
s2sdefault
picasso.jpg