media & sipario - Cesarini Ristrutturazioni presenta: la casa di proprietà e i casi della vita

Questo sito utilizza cookies per facilitare la navigazione dei suoi utenti. Premendo il pulsante OK l'utente ne accetta l'utilizzo sul device

Cesarini Ristrutturazioni presenta: la casa di proprietà e i casi della vita

Strumenti
Carattere

Quando la casa è bella, grande e trasformabile, i figli non abitano più con noi e la lingua inglese non è poi un grande problema: perché non decidere di aprirci un bed and breakfast?

ARTICOLO SPONSORIZZATO - Se abitiamo in una città d'arte o in una località turistica di quelle che il mondo ci invidia, abbiamo una bella casa grande in posizione centrale, ormai vuota da che i figli se ne sono andati, se siamo persone socievoli, curiose di nuovi incontri, ce la caviamo con l'inglese e - last, but not least - un'entrata economica aggiuntiva ci farebbe comodo, potremmo far parte di quel consistente gruppo di italiani che hanno aperto un b&b in casa.

Secondo l'ultimo sondaggio sul portale dell'Istat i b&b in Italia sono 25.000,con un fatturato di circa 270.000.000 di euro. L'87% dei gestori ha un'istruzione superiore e parla una o più lingue straniere, con un'età media dai 45 anni e più, l'11% è costituito da pensionati. Una volta presa la decisione bisogna studiarsi attentamente tutti gli obblighi di legge e le pratiche burocratiche da fare, diverse da regione a regione, per evitare multe salate: ci possono essere controlli di ispettori regionali e vigili. 

La normativa per questo tipo di attività extra-alberghiera è regionale, prevede una serie di obblighi e comunicazioni mensili e trimestrali, le autorizzazioni vengono rilasciate dal Comune; la prima riflessione da fare è sul tipo di attività che si vuole intraprendere, se è da tempo libero non è attività da impresa come un vero e proprio lavoro, viene definita “occasionale”, non occorre aprire la Partita Iva; è a carattere familiare, senza dipendenti esterni, c'è l'obbligo di residenza e domicilio del gestore. Se l'immobile è in un condominio non c'è da chiedere permesso all'amministratore, a meno che questo tipo di attività non sia espressamente vietata dal regolamento (al momento dell'acquisto della casa); basta inviare una raccomandata che comunichi che dal giorno tale si svolgerà saltuariamente attività di b&b.

Ma prima di cominciare a informarsi sui passi da fare per le autorizzazioni (si fa tutto online) è bene verificare se il nostro immobile risponde alle caratteristiche richieste, sia in termini di dimensioni degli ambienti che di certificazioni impiantistiche, oltre ad essere naturalmente rispondente alle norme strutturali e igienico-sanitarie vigenti. Facendo un esempio con la Regione Lazio, un b&b a conduzione familiare può avere tre camere (di più diventa attività imprenditoriale) servite da un bagno, max 6 posti letto, la singola superficie di 8/9 mq, la doppia 14/15 mq. Il percorso distributivo deve essere indipendente una dall'altra.

Deve avere uno spazio comune per la colazione di 12/14 mq dove può esserci un letto aggiuntivo richiudibile durante il giorno e avere gli arredi minimi prescritti; estintore, kit di pronto soccorso, indicazione di vie di fuga obbligatoria (cartelli fino alla porta d'ingresso), è richiesto il Wi-Fi, se c'è tv si dovrà pagare un canone aggiuntivo. E' richiesta un'assicurazione per danni a terzi. Fornire la colazione è obbligatorio, con alimenti in porzioni monodose o con buono da consumarsi al bar. Se volete offrire cibi fatti in casa dovete aver frequentato un corso regionale HCCP apposito. 

Queste alcune delle prescrizioni, ma come sappiamo per essere competitivi su questo mercato che le statistiche ci dicono in espansione, bisogna offrire qualcosa in più e in meglio degli altri: pensate al target di clienti da conquistarvi, probabilmente gli ambienti della vostra casa hanno bisogno di un restyling per essere scelti (il bagno è la prima cosa che si guarda quando si cerca un b&b su internet) o di essere adeguati alle dimensioni richieste.

Volete un appuntamento con un nostro esperto per una prima analisi sulla trasformazione del vostro appartamento in bed and breakfast?

Contattateci ai numeri 0761.250172 o 348.3677481, oppure inviate una mail, corredata di tutti i dati utili, a info@cesarini.eu. Avrete un chiarimento tecnico ed un suggerimento utile che non vi costeranno nulla!

Ulteriori informazioni sulla ristrutturazione della vostra casa: sito internet www.impresacesarini.it - pagina facebook www.facebook.com/impresacesarini 


Andrea Cesarini è il responsabile unico di Ristrutturazioni Cesarini, impresa di Viterbo che Andrea guida da più di 20 anni, con la rinnovata passione che solo un “figlio d’arte” può avere. L’azienda di famiglia è specializzata nella ristrutturazione d’appartamento, l’azienda che porta il suo nome è presente nel settore edilizio da più di 50 anni.

0
0
0
s2sdefault
cyrano.jpg