media & sipario - “Lettere d'amore” alla donna di Roberto Vecchioni

Questo sito utilizza cookies per facilitare la navigazione dei suoi utenti. Premendo il pulsante OK l'utente ne accetta l'utilizzo sul device

“Lettere d'amore” alla donna di Roberto Vecchioni

Strumenti
Carattere

Le lettere d'amore fanno solo ridere / le lettere d'amore non sarebbero d'amore se non facessero ridere / le lettere d'amore quando c'è l'amore, per forza fanno ridere / solo chi non ha scritto mai lettere d'amore fa veramente ridere

VITERBO - Roberto Vecchioni è a Viterbo per raccontarsi al pubblico del contenitore culturale estivo Caffeina. Un incontro al maschile, ma letto da un punto di vista femminile. Indiscutibile la sua oratoria e la sua capacità di rendere accessibili citazioni letterarie e filosofiche, come se fossero pensieri sparsi lasciati andare in libertà durante una chiacchierata davanti ad un caffè.

roberto vecchioni

Che sia un uomo molto intelligente non spetta a noi a dirlo, lo testimonia il curriculum artistico e professionale. Che sia abilissimo "giocoliere" con le parole, lo dimostra la lunga carriera che lo vede protagonista di quella canzone colta (leggi testi che dicono qualcosa) da circa 40 anni. Non canta, purtroppo, ma incanta lo stesso tutti i presenti nel giardino che ospita l'incontro e che accompagnano le sue parole con il rispetto dovuto all'artista: il silenzio assoluto.

palco

E Vecchioni, probabilmente confortato da questa forma di "coccola" ed attenzione, non si sottrae a nulla, affronta ogni argomento, spaziando dalla politica agli affetti familiari, società e costume, Sanremo, carriera e vita vissuta, utilizzando citazioni di grandi classici e poeti romantici, attingendo così al suo vasto repertorio personale e professionale.

roberto vecchioni

Nella lunga chiacchierata c'è spazio anche per alcune domande del pubblico, che si dimostra composto di appassionati di vecchia data, che seguono il "professore" sin dalle prime uscite in vinile degli anni '70. La cosa che, comunque, ha lasciato senza fiato è stato il modo in cui ha parlato, con amore, delle donne come se stesse scrivendo una delle sue “lettere d'amore”.

roberto vecchioni a caffeina

Donne che si vogliono troppo poco bene rispetto a quanto dovrebbero, perché occupate a donare tutto l'amore che hanno agli uomini di cui si circondano, siano essi il marito, l'amante, il figlio, il padre o il fratello. Donne che non devono limitarsi a far vedere la loro bellezza ma anche la loro personalità, il carattere. Donne che ascoltano attentamente il pensiero di Artista, non in musica (ma è come se lo sia), nel silenzio che “riempie” gli spazi del giardino. 

roberto vecchioni

Donne, ragazze, bambine lo osservano come si guarda un padre che racconta la storia della buonanotte, un professore sui banchi di scuola, un corteggiatore. Roberto Vecchioni ha corteggiato le menti di ciascuno di noi, uomo o donna poco importa, con tono pacato e confidenziale, facendo in modo che i suoi pensieri ci abbracciassero e noi abbracciassimo i suoi pensieri. A saperlo fare tutti e tutti giorni, come vivremmo meglio.

(articolo e foto di Beatrice Ceci - tutti i diritti riservati)

Protected by Copyscape

0
0
0
s2sdefault
rostand.jpg