media & sipario - Di Latte e i Suoi Derivati "nun ce abbasta mai!"

Questo sito utilizza cookies per facilitare la navigazione dei suoi utenti. Premendo il pulsante OK l'utente ne accetta l'utilizzo sul device

Sidebar

SPETTACOLI CONSIGLIATI

23
Mon, Oct

Di Latte e i Suoi Derivati "nun ce abbasta mai!"

Strumenti
Carattere

E' possibile andare ad un concerto e non smettere mai di ridere? Probabilmente sì, se il concerto in questione è quello dei Latte e i Suoi Derivati (la band storica di Lillo & Greg)

LIVE REVIEW - La "lochescion" scelta dalla band per festeggiare i primi 25 anni di "suono" è il CrossRoads Live Club di Osteria Nuova (Roma), locale che si è sempre contraddistinto per l'interessante (secondo i nostri gusti) programmazione rock oriented.

the sentinels

E difatti questo abbiamo ricevuto: una serata di rock, ben suonato ed interpretato, abbinato a dei testi forse poco canonici, ma comunque perfettamente adatti allo stile musicale della band e dei due artisti alla guida. Divertenti anche i contributi video che scorrono alle spalle dei musicisti e che puntualizzano il percorso artistico compiuto, le prime esibizioni romane e la diversità di interesse espresso dal duo. 

the sentinels

Preceduti dagli amici (e complici) The Sentinels - altra band romana che pigia molto, e bene, l'acceleratore sul demenziale - i Latte e i Suoi Derivati costruiscono al meglio la festa del loro "the show must govon", intrattenendo sia il pubblico (tantissimo!) venuto per la musica sia quello arrivato per lo show, ricevendo in cambio un calore che non può essere giustificato solo dal "giocare in casa".

greg e lillo

Nei 25 anni di onoratissima carriera Lillo & Greg hanno sicuramente abbracciato ogni forma di espressione artistica, sempre suscitando il sorriso in chi li ascolta o li osserva, abbinando - in questo caso - ad una assoluta capacità musicale (arricchita nella serata del venticinquennale dalla presenza di Attilio Di Giovanni, "compare" di Max Paiella), una presenza scenica e di gestione del palco che molti altri - musicisti loro colleghi - vorrebbero riuscire ad avere.

lillo

La serata scorre velocissima in suono e risate, con il pubblico che molto volentieri partecipa costantemente, rispondendo ad ogni battuta che viene dal palco e divertendosi - tutti - come bimbi al Luna Park. Tanti telefonini alzati, tantissime risate ed applausi: sembra di essere ad una festa di famiglia, dove tutti hanno portato un loro personale contributo - compreso un cartello al femminile che due ragazze mostrano ai due - e dove tutti sono presenti per giocare assieme. In primis con la musica, che però bisogna saper fare per poterla sbeffeggiare.

greg e lillo

Chiaro esempio (ovviamente non l'unico) la "trascinante" hit "Questo è il ballo dell'estate", perfetta summatoria di musica e satira. I due frontmen giocano costantemente con il loro ruolo, ereditato da tante altre coppie comiche del passato, passandosi costantemente la "palla", l'uno costantemente beffardo, l'altro stralunato, con una incredibile vis comica che è difficile mantenere nelle circa 2 ore di quello che dovrebbe essere solo un concerto.

greg

Il bis viene chiamato dal pubblico a gran voce con un coro di "nun c'è abbastato!" che viene ovviamente recepito con una lunghissima live version di "Otto il passerotto". Cosa volere di più? Probabilmente "Alla fiera der Tufello", ma c'è tempo e modo per il trentennale. Dopotutto il 2022 è qui dietro l'angolo.

greg e lillo

(articolo di Luciano Lattanzi / foto, quando non rideva, di Fabio Sabatini - tutti i diritti riservati)

CHI E' DI SCENA MUSICALE