media & sipario - Eco Sound Fest, musica alternativa ma sempre declinata in senso ecologico

Questo sito utilizza cookies per facilitare la navigazione dei suoi utenti. Premendo il pulsante OK l'utente ne accetta l'utilizzo sul device

Eco Sound Fest, musica alternativa ma sempre declinata in senso ecologico

Strumenti
Carattere

Sesta edizione del festival ecologico-musicale della provincia di Viterbo, per la precisione di Caprarola, nei Monti Cimini. Amplificatori accesi dal 27 al 29 luglio

CAPRAROLA - Torna il piccolo villaggio ecologico e musicale dei Monti Cimini, allestito come sempre con il "riciclo creativo". Durante la manifestazione, infatti, la musica convive perfettamente con la sostenibilità ambientale, vengono utilizzati soltanto materiali ecocompatibili ed è attuata una corretta politica di smaltimento dei rifiuti. L'originalità del progetto non si ferma all’unione di musica ed ecologia: un altro obiettivo della manifestazione è quello di portare le sperimentazioni musicali fuori dai palcoscenici tradizionali dei grandi centri urbani per inserirle in un palco tutt’altro che convenzionale, immerso nel verde di Caprarola, tra castagni secolari e flora selvatica. 

Oltre a questo l'ESF mette a disposizione di chiunque la possibilità di vivere l’esperienza del festival full time, trascorrendo i tre giorni all’interno del villaggio. La location, oltre all’area concerti, dispone infatti di un campeggio gratuito e attrezzato di docce e bagni, un’area relax, un’area espositiva, un’enoteca e un’area ristoro, dove gustare piatti locali preparati con prodotti enogastronomici a km zero, provenienti da agricoltura contadina. L'area food è aperta a colazione, pranzo e cena.

eco sound fest

La proposta musicale 2018

Si passa dal folk degli ironici Eugenio in Via Di Gioia all’indie pop di Galeffi e Leo Pari e del misterioso duo Lemandorle. Dal rap di Murubutu e del romano Rancore al "post-emo" dei Botanici, dall’alternative/dark dei The Shiver. Elettronica per Makai, Toot e Bytecore, questi ultimi vincitori dell’Arezzo Wave Basilicata.

La scelta musicale è chiaramente orientata su alt/indie ed è frutto comunque di una costante ricerca dei giovani "programmatori" musicali dell'organizzazione, ricercatori di sonorità il meno scontate possibile che spesso non sarebbe possibile ascoltare altrove. Dal 2016 l’ESF fa parte di KeepOn Festival Experience, circuito che raccoglie i festival e le rassegne che danno, all'interno della propria programmazione live, ampio spazio alla musica originale italiana. 

Costi

Come ogni festival che si rispetti, il guardare sempre avanti comporta una esponenziale alzata di asticella dei costi e la necessità, mai voluta, di inserire un biglietto d'ingresso con cui sperare di "almeno pareggiare le spese". A questa logica, che costituisce il punto di passaggio tra l'iniziativa passionale e l'organizzazione strutturata, non ha potuto sottrarsi nemmeno l'ESF che comunque ha cercato ad ogni costo di mantenere veramente irrisori i costi, permettendo così a tutti la partecipazione. L’ingresso di ogni giornata costa 3€. È possibile fare un abbonamento di 3 giorni al costo di 6€, praticamente quando un bicchiere di buona birra artigianale.

Programma e line-up

Venerdì 27 luglio: The Shiver / I Botanici / Eugenio in Via Di Gioia / Bytecore

Sabato 28 luglio: Lemandorle / Murubutu feat U.G.O & dj Rob / Rancore / Toot

Domenica 29 luglio: Makai / Leo Pari / Galeffi

Media partner

ClubSharing / Il Faro Indie / Keep On Live / media & sipario / MyTuscia / Nonsense Mag / Sei tutto l’indie di cui ho bisogno / Talassa

Parco delle Ex Scuderie Farnese a Caprarola (Viterbo), on stage dal 27 al 29 luglio, concerti a partire dalle ore 20:30 (area ristoro dalle ore 18).

Ulteriori informazioni: pagina Facebook www.facebook.com/ecosound.fest/  - telefono 380.7553853 - sito internet www.ecosoundfest.it - mail ecosoundfest@gmail.com 

0
0
0
s2sdefault
chaplin.jpg