media & sipario - Neri Marcorè ha una specie di sorriso, ma solo al Teatro Brancaccio di Roma

Questo sito utilizza cookies per facilitare la navigazione dei suoi utenti. Premendo il pulsante OK l'utente ne accetta l'utilizzo sul device

Neri Marcorè ha una specie di sorriso, ma solo al Teatro Brancaccio di Roma

Strumenti
Carattere

Un viaggio nell’universo poetico di Fabrizio De André attraverso gli occhi e la voce di Neri Marcorè. Un'alternanza di riflessione e musica che fa sorridere, ma solo a metà

ROMA - La grande sensibilità e il forte impegno di Neri Marcorè sembrano aver trovato negli ultimi anni la loro migliore espressione nel teatro musicale. Ed è così che, dopo aver esplorato altre pietre miliari della musica come Beatles e Giorgio Gaber, da tempo l’attenzione dell’artista marchigiano si è spostata su uno dei maggiori - se non il maggiore - cantautori italiani, Fabrizio De André. Le canzoni così engagé di De André forniscono all’attore lo spunto per una riflessione costante e lucida, ma anche profonda e a tratti poetica, sulla società in cui viviamo. A dimostrazione di questo i concerti a tema realizzati, in precedenza, sulla base di "Volammo davvero" (vedi Neri Marcorè feat. Hotel Supramonte in concerto, vol. 2).

Ad accompagnare in questa stimolante avventura musicale Neri Marcoré il GnuQuartet, una compagine dal singolare organico (violoncello, violino, flauto e viola) che interpreta con arrangiamenti nuovi e sofisticati le Faber "canzoni/poesie", da quelle più note a quelle meno conosciute. Uno spettacolo in grado di sollecitare animo e mente dello spettatore, veicolando attraverso la musica parole ed idee. E se manca qualcosa, c'è sicuramente "Fabrizio De André e le migliori poesie musicali che abbiano mai incontrato un giradischi, da quando la Technics ha inventato il 1200" .

Lineup: Neri Marcorè (voce, pensiero e parole) / GnuQuartet (Stefano Cabrera, violoncello - Roberto Izzo, violino - Raffaele Rebaudengo, viola - Francesca Rapetti, flauto) / Simone Talone (percussioni) / Domenico Mariorenzi (chitarra) / Flavia Barbacetto e Angelica Dettori (voci). Arrangiamenti e orchestrazione: Stefano Cabrera. Produzione: Mauro Diazzi.

Teatro Brancaccio di Roma, Via Merulana 244, on stage mercoledì 9 e giovedì 10 maggio, alle ore 21.

Ulteriori informazioni: mail botteghino@teatrobrancaccio.it - telefono 06.80687231 - ufficio stampa Signorelli (Silvia Signorelli / Monica Menna)

0
0
0
s2sdefault