media & sipario - Diabolik rapina i Quartieri dell'Arte. Al Teatro Caffeina di Viterbo il 20 ottobre

Questo sito utilizza cookies per facilitare la navigazione dei suoi utenti. Premendo il pulsante OK l'utente ne accetta l'utilizzo sul device

Diabolik rapina i Quartieri dell'Arte. Al Teatro Caffeina di Viterbo il 20 ottobre

Strumenti
Carattere

Il Festival Internazionale di Teatro Quartieri dell'Arte ospita la prima mondiale di Goodbye Diabolik di Dominick Tambasco, regia di Massimo Navone. In data unica sabato 20 ottobre

IN SALA - Sono veramente pochi gli adolescenti italiani - di ieri e di oggi - che non conoscono il malvagio assassino mascherato, creato e pubblicato dalle sorelle Angela e Luciana Giussani a partire dal 1962. A bordo della sua bellissima Jaguar E-Type, accompagnato dalla bellissima Eva Kant, Diabolik scorrazza nei dintorni di Clerville (a capire di quale città si tratti, ma è indubbia l'atmosfera francese), perennemente inseguito - a bordo di una Citroen DS - dall'ispettore Ginko. Dotato, come di James Bond, di innumerevoli gadget elettronici, in grado di preservarlo dalla cattura e dal probabile patibolo. Atmosfere noir con una violenza a fumetti inconsistente al paragone di quello che si può vedere oggi, ma un fascino incredibile, che ancora resiste. Vari gli epigoni, tra cui spicca - altro capolavoro a fumetti - il Kriminal di Max Bunker (Luciano Secchi, autore dei testi) e Magnus (Roberto Raviola, autore dei disegni), o la divertentissima parodia di Cattivik, creazione di Bonvi, poi donata a Silver. 

Il testo teatrale è un dialogo tra tre personaggi: l’autrice Angela Giussani, Eva Kant e un fantomatico agente di Diabolik che desta in chi guarda il dubbio su chi sia realmente. La storia si manifesta in un momento della vita in cui l’autrice Angela Giussani si interroga su cosa ci sarà dopo questa vita. La domanda la pone anche “l’agente di Diabolik” che vuole sapere cosa sarà dei suoi eroi una volta che l’autrice non ci sarà più. Nel corso della storia si ripercorrono le principali tappe del fumetto: le circostanze che ne hanno dato origine e le varie vicissitudini che ha percorso. Tutto avviene nel vecchio ufficio dell’Astorina, la casa editrice milanese dove è stato concepito il fumetto, in una atmosfera hopperiana, in cui un apparente scialbo evento quotidiano raggiunge una dimensione surreale. 

GOODBYE DIABOLIK di Dominick Tambasco. Regia: Massimo Navone. Cast artistico: Alessandro Baldinotti, Alessia Innocenti, Giulia Weber. Produzione: Associazione Teatrale Pistoiese - Teatri di Pistoia. Al Teatro Caffeina di Viterbo, in Via Cavour 9, in prima mondiale sabato 21 ottobre alle ore 21. Biglietti: da 7 a 10 euro. Per ulteriori informazioni sullo spettacolo: mail ufficiostampaquartieridellarte@gmail.com - telefono 351.9299179.

 

0
0
0
s2sdefault
cyrano.jpg