media & sipario - L'immensità artistica di Vincent Van Gogh in mostra, a Vicenza

Questo sito utilizza cookies per facilitare la navigazione dei suoi utenti. Premendo il pulsante OK l'utente ne accetta l'utilizzo sul device

Sidebar

SPETTACOLI CONSIGLIATI

19
Sun, Nov

L'immensità artistica di Vincent Van Gogh in mostra, a Vicenza

Strumenti
Carattere

La città veneta ospita uno dei più grandi artisti dell'Ottocento ed uno più celebrati maestri che l'Arte mondiale abbia mai potuto enumerare. Van Gogh. Tra il grano e il cielo, a partire dal 7 ottobre 2017 in Basilica Palladiana

VICENZA - Sembra anche inutile dover aggiungere altre parole al semplice nome dell'Artista olandese, titolare - con le proprie bellissime opere - di un museo, ad Amsterdam, da più di 2.000.000 di visitatori ogni anno. 

Il "progetto" vicentino, illustra il curatore Marco Goldin, racconta "attraverso 129 opere in totale (43 dipinti e 86 disegni), l’intero percorso artistico di Vincent van Gogh, dai disegni di esordio assoluto al tempo del Borinage in Belgio nel 1880, quando svolgeva la funzione di predicatore laico per i minatori della zona, fino ai quadri conclusivi con i campi di grano realizzati a Auvers-sur-Oise nel luglio del 1890, pochi giorni prima di suicidarsi. Accanto alle opere di Van Gogh, per utili e puntuali confronti, si incontreranno il Seminatore di Jean-François Millet e alcuni dipinti dei pittori della Scuola dell’Aia, che il giovane Vincent guardava con ammirazione, da Israëls ai due Maris”.

La mostra si snoda, continua il curatore, come un vero e proprio viaggio anche nei luoghi nei quali Van Gogh ha vissuto: il Borinage, Etten, l’Aia, il Drenthe, Nuenen, Parigi, Arles, Saint-Rémy e Auvers-sur-Oise. Nel progetto rientra anche un film originale, appositamente creato: “Van Gogh. Storia di una vita", un documentario di 60 minuti arricchito da immagini girate in tutti i luoghi dell'Artista. Ulteriore punto di curiosità il plastico di 20 metri quadrati che ricostruisce l’istituto di cura per malattie mentali di Saint-Paul-de-Mausole a Saint-Rémy, il luogo nel quale Van Gogh sceglie di farsi ricoverare da maggio 1889 a maggio 1890. Sarà un’immersione in un luogo sì di sofferenza ma nel quale, e attorno al quale, il pittore ha generato tanta bellezza.

In copertinaVincent van Gogh, Il ponte di Langlois ad Arles, 1888 - Colonia, Wallraf-Richartz-Museum & Fondation Corboud, Collezione di dipinti acquistato nel 1911, inv. n. WRM 1197 © Rheinisches Bildarchiv Köln

Basilica Palladiana di Vicenza, Piazza dei Signori 36, da sabato 7 ottobre 2017 a domenica 8 aprile 2018. Dal lunedì al giovedì dalle ore 9 alle ore 18, dal venerdì alla domenica dalle ore 9 alle ore 20. la vendita dei biglietti viene sospesa 75 minuti prima dell'orario di chiusura.

Ulteriori informazioni: sito internet www.lineadombra.it - telefono 0422.429999 - mail biglietto@lineadombra.it - ufficio stampa Sergio Campagnolo / Stefania Bertelli (Studio Esseci)

CHI E' DI SCENA TEATRALE