media & sipario - Tick!t: il last minute dai viaggi si è spostato nelle sale teatrali romane

Questo sito utilizza cookies per facilitare la navigazione dei suoi utenti. Premendo il pulsante OK l'utente ne accetta l'utilizzo sul device

Tick!t: il last minute dai viaggi si è spostato nelle sale teatrali romane

Strumenti
Carattere

Una bella idea, ancora in fase di sperimentazione e applicata al solo territorio romano, ma con ampie possibilità di crescita su tutto il territorio nazionale. Basta crederci e aver voglia di "colonizzare"

ROMA - Chi frequenta assiduamente i teatri sa quanto possa essere fastidioso vedere file e file di poltroncine vuote, vero e proprio momento depressivo per chi tutte le sere si dispone ad interpretare stati d'animo e atteggiamenti non propri, ogni volta diversi e ogni volta "a tempo". Per cercare di arginare anche la perdita economica che ne deriva un piccolo e affiatato studio all-female di professioniste della comunicazione per lo spettacolo (Artinconnessione) ha messo a punto "Tick!t, il last minute dello spettacolo dal vivo".

Il progetto ruota attorno ad una app (disponibile per Android e iOS) e ad un portale dove trovare, praticamente in tempo reale, l'invenduto delle sale teatrali romane e delle sale da concerto, con un forte sconto riservato al pubblico dell'ultimo minuto. In questa maniera si eliminano le poltroncine vuote, di conseguenza la perdita economica della produzione, e si gratifica chi ha meno possibilità di poter investire in cultura, ottenendo così un biglietto con un costo più piccolo.

"La caratteristica è ‘per poche ore e per pochi biglietti’, sono le parole di Chiara Crupi, ideatrice della start up, infatti la modalità per la quale è stato concepito il progetto è ‘Last Minute’: la struttura concede la quantità di biglietti non venduti a tre ore dall’inizio dello spettacolo, scegliendo il numero di biglietti ed il prezzo. possiamo utilizzare il prodotto per avviare le vendite, molto tempo prima della rappresentazione, come usiamo fare con il nostro partner Auditorium Parco della Musica. Tickit vende l'invenduto, senza possibilità di scegliere il posto. Il servizio non entra in conflitto con la biglietteria perché Tick!t sistema emette un codice di prenotazione (che l'utente paga due euro). Con il codice (il sistema invia la lista dei codici al botteghino entro le 20:30), l'utente si presenta in biglietteria avendo diritto al prezzo scontato, che pagherà in loco".

Tick!t è si rivolge principalmente a persone tra i 18 e 50 anni attenti all'offerta culturale cittadina, ma non contattata normalmente dalla promozione teatrale, perché non appartenenti a nessuna organizzazione, cral o circolo, conclude Chiara. Tra le sale e le rassegne che hanno già aderito alla proposta di Tick!t ci sono: Quirinetta, Ambra Jovinelli, Teatro India e Villa Torlonia, Teatro Vittoria, Teatro della Cometa, Off Off Theatre e Teatro Trastevere, Roma Summer Fest (Auditorium Parco della Musica) e Villa Ada, Flautissimo e Inventaria Festival e la lista è in continuo movimento. 

Per ulteriori informazioni sul progetto: sito internet www.tickit.it - telefono 393.2969668 - mail info@tickit.it - pagina facebook www.facebook.com/Tickitspettacoli - twitter @TicktSpettacoli

0
0
0
s2sdefault
brook.jpg