media & sipario - Rassegna di Narrazione in scena al Teatro dei Contrari di Roma. A partire dal 16 marzo

Questo sito utilizza cookies per facilitare la navigazione dei suoi utenti. Premendo il pulsante OK l'utente ne accetta l'utilizzo sul device

Rassegna di Narrazione in scena al Teatro dei Contrari di Roma. A partire dal 16 marzo

Strumenti
Carattere

La sala romana ha affidato alle capaci mani di Giancarlo Fares la direzione artistica e tecnica della sua prima Rassegna di Narrazione. Si va in scena dal 16 marzo al 14 aprile 2019

IN SALA - Cinque spettacoli per cinque diversi artisti che, mediante l’ausilio della voce e la gestualità, faranno nascere una narrazione davanti agli spettatori, da qui chiamata teatro di narrazione.

Il primo spettacolo in programma è la "Storia di un neurologo a Venezia, dalle fondamenta alla legge Basaglia" di Claudia Fontanari. In anni di cambiamenti e scontri di ideali, una rivoluzione che non sapeva di essere tale è filtrata tra le mura dei manicomi italiani facendole lentamente sbriciolare a terra come macerie pronte a far nascere qualcosa di nuovo. Intorno a questa storia italiana si ramificano altri percorsi come quello di Diego Fontanari, un medico che arriva a Venezia a inizio anni ’60 per costruire il nuovo reparto di neurologia. Passo dopo passo, costruendo, immaginando, sperimentando, Diego scopre che la linea che separa il matto dal sano non è poi così netta. Nei rapporti con la città, con i medici, con i malati o i considerati tali, prende forma gradualmente un nuovo modo di pensare e di agire. Il racconto di un medico a sua nipote, che intreccia il percorso di un grande cambiamento nella storia d’Italia. Una storia di ieri che ancora oggi ci parla di muri da abbattere e silenzi da rompere. "El dotor dei mati" è un monologo che, tramite le tecniche del teatro di narrazione, ripercorre la storia della nascita della neurologia ospedaliera a Venezia sullo sfondo della rivoluzione di Franco Basaglia, riportando l’attenzione su un momento cruciale per la storia della salute mentale in Italia. Il racconto si muove tra le calli e i campi veneziani, entra negli ospedali e nei manicomi, viaggiando tra Venezia, Padova, Gorizia e Trieste, e incrociando le storie di pazienti, medici e infermieri. La narrazione si sviluppa attraverso le parole di un narratore, che, su un palcoscenico spoglio, agisce i diversi personaggi che animano il racconto, facendo viaggiare lo spettatore attraverso i fatti, i luoghi e le persone della storia narrata. Dalle fondamenta di Venezia alla legge Basaglia: una lotta contro una logica di esclusione e reclusione, per sostenere il concetto che la libertà anche per il malato è curativa.

Gli spettacoli successivi: L'ipocrita di e con Antonio Grosso (23 e 24 marzo) - Un giorno dopo l'altro, regia di Luigi Pisani (30 e 31 marzo) - Tutte le strade portano ar core con Ariele Vincenti (6 e 7 aprile) - L'ultima sigaretta, regia di Giancarlo Fares (13 e 14 aprile).

EL DOTOR DEI MATI di Claudia Fontanari. Regia: Sara Valerio. Cast artistico: Claudia Fontanari.

TEATRO DEI CONTRARI DI ROMA, Via dei Quattro Venti 38, in scena sabato 16 e domenica 17 marzo 2019. Spettacolo del sabato alle ore 20:30, la domenica alle ore 17. Ingresso riservato ai soci. Per ulteriori informazioni sullo spettacolo e sulla programmazione di sala: telefono 348.9774959.

0
0
0
s2sdefault
hugher.jpg