media & sipario - Al Teatro Marconi di Roma va in scena il conflitto che nessuno vuole risolvere

Questo sito utilizza cookies per facilitare la navigazione dei suoi utenti. Premendo il pulsante OK l'utente ne accetta l'utilizzo sul device

Al Teatro Marconi di Roma va in scena il conflitto che nessuno vuole risolvere

Strumenti
Carattere

"Love's kamikaze" di Mario Moretti, trasposizione drammaturgica del conflitto tra Israele e Palestina, va in scena nella sala romana diretta da Felice Della Corte. Dal 7 al 17 febbraio 2019

IN SALA - In una scena spoglia, in cui spiccano soltanto un materasso, un tavolo con delle stoviglie e qualche scaffale, si svolge il racconto di un amore spontaneo, energico, ma avversato dalla Storia; quello fra l'ebrea Naomi (Giulia Fiume) e il palestinese Abdel (Marco Rossetti). I due ragazzi, riprendendo le mosse di Giulietta e Romeo, si amano nel sottosuolo dell’Hotel Hilton di Tel Aviv, cercando di dimenticare la guerra che divide i loro popoli. Nell'intimità di quel luogo essenziale si confrontano, discutono, si scambiano idee a proposito del proprio posto nel mondo, riflettendo sulle diverse motivazioni che animano le due parti di cui sono involontari rappresentanti, fino ad arrivare ad una conclusione tanto inaspettata quando tragicamente reale. Fra le pieghe di una quotidianità soltanto apparente, tra il rito del caffè e quello dell’amore, si insinua il desiderio di un impegno civile che salvi i due protagonisti dal ruolo di passivi spettatori di morte in cui si sentono precipitati.

Note dell'autore: "È la rinnovata tragedia, se si vuole, di Giulietta e di Romeo, è la vicenda della cecità umana che si fa stupidità storica e che si infrappone come un muro, sì, ancora un muro, fra i sentimenti puri e maturi di due giovani vite. Ecco: il teatro non racconta solo favole, vuole anche essere carne, viscere, sangue della nostra faticosa, assurda, impietosa esistenza. E, soprattutto, vuole portare un granello di sabbia, una pietra, un mattone, alla costruzione dell’edificio della pace. Un discorso utopistico? Senza dubbio. Ma le utopie dei deboli sono le paure dei forti. Perché l’utopia è l’anticipazione di una ricerca che deve solo superare le strettoie del presente".

Note del regista: "Love’s kamikaze continua a mostrare la sua tragica attualità e rappresenta oggi, da parte nostra, la disperata volontà di continuare a contrapporci alle barbarie e alle ingiustizie con le uniche armi a nostra disposizione: il teatro e la poesia".

Note di uno spettatore: "Per chi può, consiglio di non perder questo spettacolo. Prima del cuore (che tanto viene anteposto a tutto in uno spettacolo teatrale) troverete il vero talento. Due attori strepitosi che interpretano per un’ora e mezza un testo difficile e senza freni, lasciando gli spettatori con un’esplosione di emozione che solo il teatro vero ti lascia dentro".

LOVE’S KAMIKAZE di Mario Moretti. Regia: Claudio Boccaccini. Cast artistico: Marco Rossetti e Giulia Fiume. Scene: Eleonora Scarponi. Costumi: Antonella Balsamo. Luci: Marco Macrini. Musiche originali: Antonio Di Pofi. Foto: Tommaso Le Pera. Produzione: Golden Show srl - Impresa Sociale di Alessandro Gilleri.

Teatro Marconi di Roma, Viale Guglielmo Marconi 698, in scena dal 7 al 17 febbraio 2019. Spettacoli dal giovedì al sabato alle ore 21, la domenica alle ore 17:30. Biglietti: intero a 24 euro, ridotto a 20 euro. Per ulteriori informazioni sullo spettacolo e sulla programmazione della sala: telefono 06.5943554 - mail info@teatromarconi.it - sito internet www.teatromarconi.it - ufficio stampa Rocchina Ceglia e Maresa Palmacci.

0
0
0
s2sdefault
cyrano.jpg