media & sipario - Rischio, anzi certezza di "sequestro", al Teatro Trastevere di Roma. Spettatori avvisati!

Questo sito utilizza cookies per facilitare la navigazione dei suoi utenti. Premendo il pulsante OK l'utente ne accetta l'utilizzo sul device

Rischio, anzi certezza di "sequestro", al Teatro Trastevere di Roma. Spettatori avvisati!

Strumenti
Carattere

"Il sequestro" è il terzo ed ultimo capitolo teatrale delle commedie grottesche di Federico Maria Giansanti, in scena nella sala contemporanea romana dal 17 al 22 aprile  

ROMA - Mario (Luca Cesa) e Dario (Giacomo Bottoni) sono due corrieri della droga e sono nei guai, non con la legge, come sarebbe ovvio aspettarsi, ma con la loro stessa organizzazione, perché hanno smarrito una grossa partita di droga. I due decidono di rapire Mary, la figlia del sindaco di una cittadina vicino Roma, con l’intento di ottenere un riscatto tanto alto da poter risanare il debito automaticamente contratto con i boss della malavita romana. Mario e Dario si trovano alle prese con l’attesa per il riscatto, ovvero un lento passare del tempo che contribuisce solamente ad aumentare lo stato d’ansia in cui già si trovano. In più Mary (Adriana Serrapica) è una ragazza viziata che non sa stare “zitta e ferma” come richiesto. In più il braccio destro del sindaco (Mark Proietti) è un uomo misterioso a cui è stato affidato il compito di risolvere la situazione, ovvero salvare Mary a tutti i costi.

Nota dell'autore/regista: "Ho iniziato a scrivere questa trilogia di commedie grottesche due anni fa basandomi su alcuni pensieri che avevo e a cui volevo dare forma. L'obiettivo è stato mettermi nella condizione di fare del teatro che mi facesse ridere ma che mi mettesse in difficoltà sia per le tematiche affrontate che per la praticità della messa in scena. Il sequestro è l'ultimo capitolo di una trilogia atipica (le precedenti sono “La rapina” e “La fuga”) poiché narra una storia a parte rispetto alle due precedenti pur conservandone la struttura registica e drammaturgica. Così si chiude un ciclo della mia esperienza artistica da autore e regista, un percorso nato dalla voglia di portare il pulp a teatro, affrontando tematiche come rapine e sequestri di persona, ispirandomi ai migliori film di un genere di cui sono molto appassionato”.

Cast artistico: Luca Cesa, Giacomo Bottoni, Adriana Serrapica, Mark Proietti. Regia: Federico Maria Giansanti.

Teatro Trastevere di Roma, Via Jacopa de' Settesoli 3, in scena da martedì 17 a domenica 22 aprile. Spettacoli alle ore 21, la domenica alle ore 17:30.

Ulteriori informazioni: telefono 06.5814004 - mail info@teatrotrastevere.it - sito internet www.teatrotrastevere.it - pagina facebook www.facebook.com/teatrotrastevere - ufficio stampa Vania Lai

0
0
0
s2sdefault