media & sipario - "School of Rock": che la forza della Musica sia con te! Anche al Teatro Sistina di Roma

Questo sito utilizza cookies per facilitare la navigazione dei suoi utenti. Premendo il pulsante OK l'utente ne accetta l'utilizzo sul device

"School of Rock": che la forza della Musica sia con te! Anche al Teatro Sistina di Roma

Strumenti
Carattere

"Esisteva una maniera di fregare il potente e si chiama Rock 'N Roll. Ma indovinate? Oh no! Il potente ha corrotto anche quello con una cosina di nome MTV!" - dal film "School of Rock" 

IN SALA - Nel 2003 il regista americano Richard Linklater dirige Jack Black nei panni di Dewey Finn, un chitarrista rock, cialtrone e cacciato dalla sua band, che si sostituisce al coinquilino e grande amico Ned Schneebly, nell'incarico di supplente in una prestigiosa scuola elementare privata. Avendo un disperato bisogno di soldi, ma non avendo la minima idea di cosa significhi insegnare a dei bambini della high class, Dewey non trova altra soluzione che inventarsi un progetto "segreto" e trasformare la sua classe in una rock band, con cui partecipare ad un contest tra band emergenti. Il successo del film è secondo solo alla sua eccezionale colonna sonora, un vero e proprio concentrato di "classic rock", con un leggero sbilanciamento verso gli AC/DC. Una lezione di vita, garbata e leggera, ma anche una superba lezione di "storia della musica" in un divertimento sempre coinvolgente, che cattura e costringe a più visioni consecutive negli anni, perché di una commedia genuina come School of Rock non ci si stanca mai! Un classico del rock o del cinema, fate voi.

la band

Il passaggio di School of Rock dalla sala cinematografica a quella teatrale non era solo auspicato, ma necessario e per questo dobbiamo tutti noi ringraziare i figli di Andrew Lloyd Webber (evitiamo di elencare quello che ha realizzato nel mondo del musical), che hanno costretto cotanto padre a vedere il film e Madeleine Gurdon (la Signora Webber) che ha negoziato per 7 anni con la Paramount Pictures, fino a riuscire ad ottenerne i diritti. Il risultato è stabilmente in scena a Londra (vedi School of Rock, l'unica scuola dalla quale non si vorrebbe mai uscire), al Gyllian Lynne Theatre, dal 2016, e speriamo che vi rimanga ancora per molti anni. Il pubblico italiano, se in difficoltà a ritagliarsi lo spazio per una breve gita fuori Europa, ora può finalmente appagare la propria voglia di pregare assieme a Dewey il "Dio del Rock", perché dal mese di marzo 2019 la potente colonna sonora del film potrà suonare anche nei teatri italiani, con debutto assoluto al Teatro Sistina di Roma, adattamento e regia di Massimo Romeo Piparo, con il ruolo di Dewey Finn affidato a Lillo.

la locandina dello spettacolo

SCHOOL OF ROCK di Mike White. Musica: Andrew Lloyd Webber. Testi: Glenn Slater. Libretto: Julian Fellowes. Adattamento in italiano e regia: Massimo Romeo Piparo. Direzione musicale: Emanuele Friello. Scene: Teresa Caruso. Coreografie: Roberto Croce. Cast artistico: Lillo, Vera Dragone, Selene Demaria, Matteo Guma. Inoltre: 20 performer e tre postazioni di band dal vivo, con 14 giovani talenti protagonisti tra gli 11 e i 14 anni. Produzione: PeepArrow Entertainment in collaborazione con il Teatro Sistina. [foto di Marco Rossi]

Teatro Sistina di Roma, Via Sistina 129, in scena da venerdì 1 a domenica 31 marzo 2019. Dopo Roma, lo spettacolo sarà in tournée: dal 3 al 7 aprile a Genova, Teatro Politeama - dal 10 al 14 aprile a Firenze, Teatro Verdi - dal 19 al 20 aprile a Trento, Auditorium Santa Chiara - dal 3 al 5 maggio ad Assisi, Teatro Lyrick - dal 9 al 12 maggio a Trieste, Teatro Rossetti - dal 21 al 22 maggio a Parma, Teatro Regio - dal 21 novembre all’8 dicembre a Milano, Teatro della Luna. Ufficio stampa Federica Fresa.

0
0
0
s2sdefault
brecht.jpg