media & sipario - "Paura e Delirio" in scena. In anteprima al Carrozzerie n.o.t. di Roma

Questo sito utilizza cookies per facilitare la navigazione dei suoi utenti. Premendo il pulsante OK l'utente ne accetta l'utilizzo sul device

"Paura e Delirio" in scena. In anteprima al Carrozzerie n.o.t. di Roma

Strumenti
Carattere

Anteprima nello spazio culturale romano e debutto nella sala comunale di Magliano Sabina (Rieti) per il testo di e con Alessia Berardi e Ferdinando Vaselli. In scena dal 19 al 21 aprile. Una produzione 20 Chiavi Teatro

DEBUTTO - Le nostre storie - scrivono i due autori/protagonisti nelle loro note di regia - nascono dalla realtà. Un lavoro di anni fatto di interviste nei quartieri della capitale, nel tentativo impervio di raccontare un’identità in trasformazione. Più ci si avvicina più si diventa ciechi direbbe qualcuno. Ma c’era nella nostra ricerca una linea comune, nelle interviste usciva spesso fuori un senso di smarrimento, una nostalgia di un passato spesso inventato, idealizzato, vagheggiato, in contrapposizione ad un presente dove domina la preoccupazione, la paura, l’impotenza, la difficoltà delle relazioni ed un futuro quasi apocalittico, così il nostro lavoro comincia a prendere forma.

I nostri personaggi sono un fratello ed una sorella, lui animatore di ritorno da una festa per bambini, lei una donna che non esce mai da casa. Non hanno relazioni esterne, se non un passato vagheggiato in cui aleggia la figura della mamma, una sorta di clown in un circo delle povertà, all’interno di una situazione di degrado. Esce fuori la loro folle idea e le inevitabili ed imprevedibili conseguenze di un gesto estremo, ma escono soprattutto le loro vite. Non sono burattini di un mondo lontano da noi, ma sono, portate alle conseguenze estreme, vite che non hanno saputo tirar fuori la loro estrema fragilità. Escono fuori dalle parole che sentiamo tutti i giorni, salendo sull’autobus o rimanendo in fila alle poste, lo incrociamo nello sguardo delle persone che incontriamo in un crinale pericoloso tra bidimensionalità e tridimensionalità, tra realismo estremo e surrealismo quasi involontario.

Il nostro lavoro assume così i toni di una commedia acida e sporca, antiretorica, molto politicamente scorretta. una storia semplice e violenta, divertente e truce, con un linguaggio semplice, sincopato, a volte secco a volte barocco. Una lingua scurrile con un dialetto distorto, i nostri fratelli annaspano in una realtà che si fa pulviscolo e che genera insicurezza, paura, solitudini, follie. Si ride di personaggi, di situazioni che in alcuni casi ci sembrano mostruosi ma umanamente comprensibili, e se a volte possono sembrare aberranti, entrano nelle nostre coscienze come familiari perché in fondo parlano di noi.

Anteprima giovedì 19 e venerdì 20 aprile - alle ore 21 - alle Carrozzerie n.o.t di Roma; debutto sabato 21 aprile - alle ore 21 - al Teatro Manlio di Magliano Sabina (Rieti).

Ulteriori informazioni: telefono 347.1891714 e mail carrozzerienot@gmail.com (carrozzerie n.o.t.) / telefono 320.3120850 e mail lamirabilisteatro@gmail.com (teatro manlio) 

0
0
0
s2sdefault