media & sipario - Sulle note di David Bowie, va in scena la "Fuga da Calipubber", al Teatro Planet di Roma

Questo sito utilizza cookies per facilitare la navigazione dei suoi utenti. Premendo il pulsante OK l'utente ne accetta l'utilizzo sul device

Sulle note di David Bowie, va in scena la "Fuga da Calipubber", al Teatro Planet di Roma

Strumenti
Carattere

Il testo di Enrico Angarano, adattato e diretto da Lucilla Lupaioli, è in scena nella sala romana a partire dal 15 febbraio. Con Marina Perini e la partecipazione in video di Nicola Civinini. Musiche di David Bowie

ROMA - Opera prima del musicista e compositore Enrico Angarano, il testo è una forma di "teatro di fantascienza", ambientato su una navicella spaziale nell'anno 2980. Selene (Marina Perini), nel suo viaggio attraverso il cosmo, esplora e racconta le proprie inquietudini, la fuga dalla prigione imposta dalla società e la ricerca di sé. La musica di David Bowie, accompagna e collega i vari momenti del suo percorso e finisce per fondersi con il grido di Selene. E' il cammino interiore di una donna nel pieno dei suoi quaranta anni, figlia nata da una provetta e ancora solo figlia, ingabbiata in un ruolo che non le corrisponde più, ma che non sa "rimpiazzare". La scoperta di avere un padre naturale che, come lei, naviga nello spazio, dà senso alla sua ricerca e risveglia la sua volontà di svincolarsi da un guscio scomodo e rinascere.

"Fuga da Calipubber" è la fuga che molti sognano, ma pochi compiono, è il gesto del ribelle, è lo sguardo ad un ipotetico e possibile scenario del millennio prossimo, in cui la riproduzione dell'uomo è affidata ad una sorveglianza genetica di orwelliana memoria.

Teatro Planet di Roma, Via Crema 12, in scena da giovedì 15 a domenica 18 febbraio. Spettacoli alle ore 21, la domenica alle ore 18.

Ulteriori informazioni: telefono 348.4093777 - ufficio stampa Maurizio Quattrini

0
0
0
s2sdefault