media & sipario - Il Balletto di Roma ha "rinnovato" il suo "Schiaccianoci". Nuova veste e nuovo tour

Questo sito utilizza cookies per facilitare la navigazione dei suoi utenti. Premendo il pulsante OK l'utente ne accetta l'utilizzo sul device

Sidebar

CONSIGLIATI

18
Mon, Dec

Il Balletto di Roma ha "rinnovato" il suo "Schiaccianoci". Nuova veste e nuovo tour

Strumenti
Carattere

Dopo i successi del precedente allestimento "classico", la prestigiosa compagine artistica romana "rimette le mani" su uno dei suoi pezzi più pregiati, ideazione e coreografia di Massimiliano Volpini, scene e costumi di Erika Carretta

TOURNEE - La rilettura del più classico dei classici, ideata dal coreografo scaligero, ribalta l’ambientazione originale del primo atto, sostituendo all’enorme casa borghese in festa la strada di un’immaginaria periferia metropolitana: qui, abitanti senzatetto e ribelli senza fortuna vivono come comunità d‘invisibili, adattandosi agli stenti della quotidianità e agli scarti della città. Un muro imponente separa due strati di società, chiudendo fisicamente e idealmente una fetta d’umanità disagiata in un angolo di vita separata e nascosta. Nessun pupazzo o soldatino, ma solo un principe, il Fuggitivo, e la sua amata: i due giovani temerari tenteranno il grande salto oltre il muro e affronteranno bande di uomini oscuri, vigilanti di rivoluzionari tumulti. La tradizionale ‘battaglia dei topi’ si trasformerà in un cruento scontro di strada il cui esito sarà l’evasione del Fuggitivo e la salvezza di Clara.

Attraverso il coraggioso passaggio a un’altra dimensione – il viaggio immaginario di Clara è tutto ciò che avviene nella testa della giovane un attimo prima di decidere se seguire o no il suo eroe verso luoghi ignoti – la coppia di avventurosi inizierà una nuova vita, non bella e fantasiosa come quella immaginata, ma pur sempre fiduciosa verso il futuro. Il secondo atto riaggancia ambientazioni e personaggi della tradizione, in un viaggio tra danze di mondo e personaggi bizzarri, un incanto che cancellerà per un attimo gli incubi grigi di una vita nell’ombra.

Sulle note di Čajkovskij, Massimiliano Volpini porta in scena, attraverso una danza fresca e attuale, una riflessione lucida e insieme poetica sul classico natalizio che tutti conosciamo, stimolando lo spettatore a osservare la fiaba da più punti di vista. Pur nella conservazione del binomio realtà/sogno, questo Schiaccianoci scopre i risvolti terreni e umani di una società contemporanea piena di contraddizioni. Una rilettura carica di emozioni positive, che ci fa assaporare una prospettiva di trasformazione continua, delle persone e delle cose.

schiaccianoci 2017

Le prossime date: 9 dicembre, Zero Branco (Treviso), Teatro Comisso - 10 dicembre, San Marino, Teatro La Dogana - 13 dicembre, Montecchio Maggiore (Vicenza), Teatro Sant'Antonio - 14 dicembre, Jesolo (Venezia), Teatro Vivaldi - 15 dicembre, Carpi (Modena), Teatro Comunale - 16 dicembre, Bologna, Teatro Duse - 19 dicembre, Vignola (Modena), Teatro Fabbri - 20 dicembre, Piombino (Livorno), Teatro Metropolitan - 21 dicembre, Massa, Teatro Guglielmi - 22 dicembre, La Spezia, Teatro Civico - dal 30 dicembre 2017 al 2 gennaio 2018, Milano, Teatro Carcano - 5 e 6 gennaio, Cesena, Teatro Bonci - 10 gennaio, Paulilatino (Oristano), Teatro Grazia Deledda - 11 gennaio, Tempio Pausania (Sassari), Teatro del Carmine - 12 gennaio, San Gavino Monreale (Sud Sardegna), Teatro Comunale - 13 gennaio, Carbonia, Teatro Centrale - 14 gennaio, Alghero, Teatro Civico - 19 gennaio, Padova, Teatro Verdi.

Ulteriori informazioni: sito internet www.ballettodiroma.com - ufficio stampa Caterina Giangrasso

CHI E' DI SCENA (TEATRO)