media & sipario - "La foto del Carabiniere" si osserva sulla scena del Teatro Caffeina di Viterbo

Questo sito utilizza cookies per facilitare la navigazione dei suoi utenti. Premendo il pulsante OK l'utente ne accetta l'utilizzo sul device

"La foto del Carabiniere" si osserva sulla scena del Teatro Caffeina di Viterbo

Strumenti
Carattere

Il testo - scritto, diretto ed interpretato da Claudio Bocaccini - è in scena nella sala viterbese venerdì 9 febbraio alle ore 21, in data unica

VITERBO - Il 23 settembre 1943 davanti al mare di Palidoro Salvo D’Acquisto, giovane carabiniere di ventidue anni, fu ucciso dalle S.S. Il giorno prima era esplosa fortuitamente una cassa di munizioni, uccidendo due soldati tedeschi. Pur trattandosi di un incidente, i tedeschi rastrellarono 22 uomini per essere fucilati, ma l’intervento di Salvo D’acquisto che, pur essendo innocente, si autoaccusò del fatto, salvò loro la vita. Tra i 22 uomini salvati dal gesto dell’eroico carabiniere c’era Tarquinio Boccaccini, padre di Claudio.

Lo spettacolo parte dall’estate del 1960 - quando Claudio Boccaccini, bambino di sette anni, scopre che il papà Tarquinio conserva gelosamente e misteriosamente la foto di un giovane carabiniere nella propria patente - per proseguire poi a ritroso fino ai tragici fatti del ‘43. Una storia tenera, anche divertente, che racconta l’Italia ingenua e spensierata degli anni ’60, ma che fornisce anche un’occasione di confronto e di riflessione sul gesto di un giovane eroe figlio del nostro paese. Per non dimenticare.

Teatro Caffeina di Viterbo, Via Cavour 9, in data unica venerdì 9 febbraio alle ore 21.

Ulteriori informazioni: mail teatro@caffeinacultura.it - telefono 0761.970056

0
0
0
s2sdefault