media & sipario - Eleonora Beddini, una pianista al servizio musicale delle Disincantate del Reame

Questo sito utilizza cookies per facilitare la navigazione dei suoi utenti. Premendo il pulsante OK l'utente ne accetta l'utilizzo sul device

Eleonora Beddini, una pianista al servizio musicale delle Disincantate del Reame

Strumenti
Carattere

Salacadula magicabula bibidi bibidi bù, fa la magia tutto quel che vuoi tu, bibidi bobidi bù!, da "Bibbidi bobbidi du", celebre canzoncina dal film "Cenerentola", 1950

APPROFONDIMENTO - La fata madrina è un personaggio delle fiabe, è dotata di poteri magici e conseguente bacchetta e, nell'immaginario infantile (e in quello di Walt Disney soprattutto), da sempre agisce da mentore e guida per qualcuno, risolvendo spesso i problemi che si pongono davanti al personaggio principale della storia.

Nella versione italiana - l'adattamento e la regia sono di Matteo Borghi - del musical Off-Broadway "Disenchanted!" di Dennis T. Giacino, che abbiamo già avuto il piacere di applaudire in diverse occasioni (in questo caso lo abbiamo fatto al Teatro del Baraccano di Bologna), la Fata Madrina in questione risponde all'alias di Eleonora Beddini.

eleonora beddini

E' lei la talentuosa pianista e compositrice che, rimboccandosi le maniche e prendendo fuori dal cassetto la bacchetta, pardon! lo spartito, si è accollata l'onere e l'onore di adattare le partiture musicali del musical per il solo pianoforte. Strumento che per tutta la durata dello spettacolo suona senza sosta, per reggere e sorreggere le dieci principesse nella loro, ormai disincantata, visione della vita.

Ormai deviati dalla versione che Walt Disney ci ha "propinato" delle fiabe più famose dei fratelli Grimm, di Charles Perrault, di Antoine Galland, solo per citare alcuni autori (o "traduttori" di leggende popolari o antiche), abbiamo ascoltato le splendide voci delle principesse, vedendo di volta in volta Fata Beddini trasformare il pianoforte in una zucca, per poi farlo diventare carrozza per Cenerentola, oppure sfregare la lampada del genio per consolare la povera Jasmine/Badroubaldour, figlia della misoginia orientale che forse non le ha permesso di prendere la patente per guidare il tappeto magico, o, infine, mutarsi nello specchio adatto a rispondere alla domanda: "Specchio specchio delle mie brame... chi è la più str... del reame?" 

fata madrina

In realtà la domanda dovrebbe essere "Chi è la più brava del Reame?". Non sappiamo veramente cosa rispondere, perché se le principesse ci stupiscono di volta in volta con la loro performance, anche Eleonora Beddini, che già conosciamo per il repentino cambio di partitura seguendo l'improvvisazione del Teatro a Molla, ci ha stupito per le sue doti di infaticabile fata dai tasti in bianco e nero, con parruccone (immaginiamo quanto fastidioso) annesso e occhi sempre bassi a seguire e guidare il movimento delle mani. Sempre sorridente e puntuale Eleonora è il "tappeto sonoro" che ogni cantante dovrebbe riuscire ad avere per una performance live.

E quando vuole rilassarsi? Rimane a casa, sdraiata sul divano a guardare il Disney Channel in tv? Ma nemmeno per sogno (rimanendo in tema). Ultimamente, invece di interpretare la "smemorina" della situazione, dimenticando gli spartiti a casa, ha deciso di saltare da un personaggio fiabesco ad un altro, per dedicarsi nientemeno che a "Mary Poppins". Ha infatti, seguendo il "vento dell'est", partecipato al musical sulla storia della governante dai poteri magici e dalla borsa senza fondo. Un modo piuttosto faticoso per riposare!

eleonora beddini

Concluso anche questo impegno, con quale disincantato personaggio deciderà di cimentarsi prossimamente? Avanziamo qualche suggerimento: un bel gattone che si dedica al jazz, oppure tonalità più classiche sull'onda di un simpaticissimo ma pasticcione apprendista stregone. Papà Disney non potrebbe che essere orgoglioso della carriera della sua leggiadra fatina, perché se i sogni sono desideri, non possiamo non pensare che quelli di Fata Eleonora non abbiano la forma allungata di una tastiera. 

(articolo e foto di Beatrice Ceci - tutti i diritti riservati)

Protected by Copyscape

0
0
0
s2sdefault