media & sipario - L'esortazione è sempre la stessa: Mangia! Al Teatro Lo Spazio di Roma

Questo sito utilizza cookies per facilitare la navigazione dei suoi utenti. Premendo il pulsante OK l'utente ne accetta l'utilizzo sul device

L'esortazione è sempre la stessa: Mangia! Al Teatro Lo Spazio di Roma

Strumenti
Carattere

Alzi la mano chi non si è mai sentito ripetere la fatidica esortazione dal proprio genitore in infanzia. Una performance teatrale e sociale, in scena nelle sala romana dal 21 al 23 febbraio

IN SALA - Chi ha vissuto, da piccola, le privazioni del cibo che non c'è, dopo - con il benessere - è portata ad esagerare sul versante opposto, sono così tante quelle generazioni di bambine cresciute con quella fatidica parola nelle orecchie, ad intervalli regolari e sempre pronunciata a tavola: "Mangia!".

Anna Piscopo, barese di nascita e romana di adozione, ha costruito intorno al detto popolare pugliese “Mang’ ca da jess mangiat!” (Mangia se non vuoi essere mangiato!) una performance di parole che si rincorrono nella foga di vomitare tutta la sua rabbia contro una società feroce - dalla famiglia alla strada - regolata dalla legge del più forte, di chi sfrutta per non essere sfruttato.

Il monologo è un flusso di coscienza in cui più personaggi s’intrecciano nel corpo e nella voce di una sola performer, per raccontare la storia di una giovane donna che vorrebbe sbarazzarsi del ruolo da emarginata che vive nel mondo gretto e bigotto in cui è nata. Per conquistare l'agognata promozione sociale e cancellare un profondo senso di inadeguatezza, la protagonista parte per la Capitale, alla ricerca di un lavoro o di un uomo che possa sistemarla. Perché questo le hanno insegnato, si riesce grazie all’uomo, per cui nutrire soggezione, usando il corpo come merce di scambio. C’è anche il lavoro, ma quello della fisicità, della fatica. Altro non esiste. E’ l’inizio di un vagare confuso, istintivo, senza punti di riferimento. Lei sente, soffre, si ribella, ma le radici tribali sono troppo interiorizzate.

Per liberarsi dalle voci che la infestano, da solitudine e emarginazione, dovrà compiere una scelta estrema, dovrà mangiare un boccone indigesto, che non si riesce a mandare giù, nemmeno con un litro d'acqua. “MANGIA!” usa il cibo come metafora di violenza e sfruttamento nella famiglia e nella società, mescolando dramma e ironia, con un registro sempre brillante.

MANGIA! scritto, diretto e interpretato da Anna Piscopo. Premi: Premio Nazionale di Letteratura e Teatro Italiano “Nicola Martucci”, Miglior Spettacolo per “Corti in Pietralata”, “Miglior Attrice del Teatro Lo Spazio”. [foto di Gaia Attucci]

Teatro Lo Spazio di Roma, Via Locri 42/44, in scena dal 21 al 23 febbraio 2019, alle ore 20:30. Per ulteriori informazioni sullo spettacolo: telefoni 327.2617974 / 393.9075005.

0
0
0
s2sdefault
chiedimi.jpg