media & sipario - Il Teatro de' Servi di Roma raddoppia la stagione, perché nessuno si salva da solo

Questo sito utilizza cookies per facilitare la navigazione dei suoi utenti. Premendo il pulsante OK l'utente ne accetta l'utilizzo sul device

Il Teatro de' Servi di Roma raddoppia la stagione, perché nessuno si salva da solo

Strumenti
Carattere

Per la sua prossima stagione la centrale (ad un passo da Fontana di Trevi) sala romana raddoppia i propri spettacoli, ospitando la drammaturgia contemporanea del Teatro dell’Orologio di Roma

ROMA - Coproduzione fra le due sale per dare piena possibilità di esprimersi alla drammaturgia contemporanea, dopo la perdita - da parte del Teatro dell'Orologio - degli "storici" spazi di Via dei Filippini. Stagione parallela off "fuoriclasse" mensile che si integra perfettamente con quella tradizione "campioni", consueta proposta della sala di Via del Mortaro. Il pubblico apprezzerà? Secondo le due direzioni artistiche - Stefano Marafante per il Servi e Fabio Morgan per l'Orologio - sicuramente sì. E molto più modestamente questo è anche il nostro parere.

Il doppio cartellone 2018/2019

Dal 28 settembre al 14 ottobre - Operazione Balena di Gianfranco Vergoni, regia di Marco Simeoli, con Irene Cedroni, Daniele Derogatis, Emanuele Di Luca, Giulia Di Tommaso, Ilaria Nestovito, Matteo Volpotti e con la partecipazione di Loredana Piedimonte. 
Sei giovani con disturbi e per aiutarli un corso di teatro-terapia che - tra fobie, litigi e crisi personali - porterà in scena uno dei più violenti rastrellamenti nazisti avvenuti a Roma.

Dal 15 al 17 ottobre - Hitchcock. A Love Story di Fabio Morgan, regia di Leonardo Ferrari Carissimi, con Anna Favella e Massimo Odierna. 
La storia d'amore di due giovani aspiranti attori si intreccia alle trame noir del più grande maestro del thriller cinematografico.

Dal 19 ottobre al 4 novembre - Segreti e cipolle in un condominio a Piazza Vittorio di Monica Lugini e Paolo Pioppini, regia di Monica Lugini, con Roberto Bonaccorsi, Stefania Cofano, Alessandro Demontis, Sandro Lavecchia, Monica Lugini, Paolo Pioppini, Michael Zang. 
Quando la costante puzza di cipolla si trasforma in un caldo e rassicurante profumo in grado di cambiare la vita a tutti, compresa una coppia non più giovanissima.

Dal 5 al 7 novembre - La Fame, scritto e diretto da Massimiliano Aceti, con Alessandro Cosentini, Francesco Aiello, Chiara Vinci, Massimiliano Aceti. 
Quattro protagonisti tutti con un rapporto viziato con il cibo. Tra desideri di salvezza e premesse di storie d’amore, chi riuscirà a riportare l’ordine?

Dal 9 al 25 novembre - Morta zia, la casa è mia di Alessandro Tirocchi, Maurizio Paniconi, Gianni Quinto, regia di Marco Simeoli, con Daniele Derogatis, Valeria Monetti, Maurizio Paniconi, Alessandro Tirocchi. 
Quattro nipoti riuniti in casa della defunta zia Olga per organizzare il suo funerale e mettere le mani sul suo patrimonio… perché la morte può risolvere i problemi della vita!

Dal 26 al 28 novembre - Cara Professoressa di Ljudmila Razumovskaja, traduzione di Valerio Piccolo, adattamento di Francesca Zanni, regia di Andrea Bizzarri, con Crescenza Guarnieri, Federico Bizzarri, Giovanni Nasta, Giuseppe Vancheri, Francesca Verrelli.
Una professoressa sta correggendo dei compiti da sola in casa sua quando a suonare alla porta sono quattro giovani studenti venuti a festeggiare il suo compleanno. Ma sarà poi una sorpresa gioiosa?

Dal 30 novembre al 16 dicembre - Prestazioni straordinarie di Michela Andreozzi, con Cristiana Vaccaro, Fabrizio Sabatucci. 
Un decalogo sulla convivenza tra un ex porno attore e la sua compagnia attrice impegnata, perennemente in cerca di una parte.

Dal 17 al 19 dicembre - Oliver Twisted, tratto da Charles Dickens, adattamento di Leonardo Ferrari Carissimi e Fabio Morgan, regia di Leonardo Ferrari Carissimi, con Davide Antenucci, Matteo Cirillo, Lucrezia Forni, Susanna Laurenti, Benedetta Russo, Enrico Torzillo, Riccardo Viola, Pietro Virdis. 
Una favola punk che, mantenendo lo spirito ironico e grottesco di Dickens, mette in luce gli elementi più attuali del celeberrimo testo in cui un giovane si scontra con la durezza della realtà.

Dal 21 dicembre 2018 al 6 gennaio 2019 - La famiglia nel pallone di Antonio Covatta e Alessandro Bonanni, regia di Fabrizio Perrone, con Antonio Covatta, Nadia Bengala, Edoardo Busterna, Raffaella Alterio con la partecipazione in video di Paola Delli Colli. 
Una famiglia strampalata sotto i riflettori del piccolo schermo per il figlio diventato calciatore in serie A. Ma la felicità che esprimono sarà poi così reale?

Dal 7 al 9 gennaio - Almost, Maine di John Cariani, regia di Samuele Chiovoloni, con Giulia Trippetta, Silvia Zora, Ludovico Rohl e Jacopo Costantini. 
Sogno di una notte di mezzo inverno. Un ritratto poliedrico delle compulsioni amorose che interessano il nostro tempo.

Dal 11 al 27 gennaio - Il metodo cinese di Enrico Maria Falconi, regia di Giancarlo Fares, con Enrico Maria Falconi, Giancarlo Fares, Roberto Fazioli, Patrizio De Paolis. 
La soluzione alle proprie difficoltà economiche può arrivare da chi meno ti aspetti, come la bellissima Ming Ling. Cosa succederà a Luigi, Mario, Armando, Rosalina e perfino Mister Lee?

Dal 28 al 30 gennaio - Olio di gomito. Canovaccio per cinque casalinghe di Maria Teresa Berardelli, con Elisa Gallucci, Marcella Favilla, Giulia Francia, Francesca Mària, Gioia Salvatori.
Donne che vogliono cambiare le loro vite contro la paura di non farcela. Un canovaccio dove la storia va avanti mantenendo il processo creativo delle sequenze improvvisate.

Dal 1 al 17 febbraio - Genitori in Affitto di Fabrizio Nardi, Nico di Renzo, Mirko Cannella, Nicolò Innocenzi, Michele Iovane, Jey Libertino, Nazzareno Mattei, regia di Fabrizio Nardi, con Mirko Cannella, Nicolò Innocenzi, Michele Iovane, Jey Libertino, Lorenza Giacometti.
Come reagiresti se i tuoi genitori, dopo anni di separazione, decidessero di risposarsi?

Dal 18 al 20 febbraio - Posso lasciare il mio spazzolino da te?, scritto e diretto da Massimo Odierna, con Vincenzo d’Amato, Vera Dragone, Luca Mascolo, Alessandro Meringolo. 
Un ritratto dell’inquietudine di ragazzi quasi adulti, ad un passo dal baratro e pieni di paura. Una black comedy in cui si intrecciano le vicende di quattro personaggi.

Dal 22 febbraio al 10 marzo - Call Center 3.0, scritto e diretto da Roberto D’Alessandro, con Franco Oppini, Milena Miconi, Luca Capuano, Pietro Genuardi, Karin Proia, Roberto D’Alessandro, Cecilia Taddei. 
E’ il 31 dicembre e Giovanna per raggiungere l’obiettivo annuale compone un numero di telefono che cambierà le sorti di tutti.

Dal 11 al 13 marzo - Il giovane Riccardo, scritto e diretto da Alberto Fumagalli, con Alberto Fumagalli, Alice Bertini, Antonio Muro, Loris Farina, Ludovica D’Auria. 
Tratto liberamente dal dramma di Shakespeare, Riccardo York ha solo 17 anni ed è afflitto da una forte malformazione fisica. Amicizia, amore e potere di un giovane ereditiere infido e sfortunato.

Dal 15 al 31 marzo - Segreti di famiglia di Enrico Luttmann, regia di Marco Maria Casazza, con Viviana Toniolo, Stefano Messina. 
Grazia nasconde al figlio Adamo una brutta malattia, ma forse proprio questa “data di scadenza” porterà a galla con il sorriso dolce amaro i segreti di entrambi.

Dal 1 al 3 aprile - Il paese di chi se ne va, scritto e diretto da Francesca Muoio, con Annacarla Broegg, Marianita Carfora, Cesare D’Arco, Morena Di Leva, Valeria Frallicciarci, Francesca Muoio, Davide Paciolla, Antonio Perna, Luca Trezza. 
Alice decide di seguire Caterina a’ pazza nel suo viaggio senza tempo; una ballata di voci e corpi, un girotondo tribale ed eterno in cui la vita e la morte si tengono gioiosamente per mano.

Dal 5 al 21 aprile - Benvenuti a casa Imbrogliovic, scritto e diretto da Stefano Fabrizi, con Daniele Graziani, Lucio Dal Maso. 
Una surreale festa nella facoltosa villa di una famiglia sinti e due attori non proprio consci della situazione in cui sono caduti.

Dal 26 aprile al 12 maggio - Un matrimonio all'improvviso di Antonio Romano, regia di Antonio Grosso, con Carlotta Ballarini, Gaia Benassi, Laura Garofoli, Giuseppe Renzo, Antonio Romano, Martina Tonarelli. 
Una coppia definita da tutti “solida” dopo anni decide di fare il grande passo, ma proprio durante i preparativi delle nozze verranno a galla paure, contraddizioni e riflessioni.

Dal 13 al 15 maggio - Vox Family, scritto e diretto da Francesco Petruzzelli, con Carlotta Mangione, Roberta Azzarone, Michele Lisi, Cristina Poccardi, Cristina Pelliccia, Lorenzo Parrotto, Luigi Biava. 
Mamma si prende cura del figlio Astro convinta che sia un genio. Un composto di relazioni contraddittorie che procede con ritmo spiazzante tra incursioni in realtà parallele e degenerate.

Dal 17 maggio al 2 giugno - Pane, latte e lacrime di Veronica Liberale, regia di Cristiana Vaccaro, con Franco Barbero, Camilla Bianchini, Antonia di Francesco, Veronica Liberale, Francesca Pausilli, Giada Prandi, Andrea Venditti.
Quartiere San Lorenzo di Roma, nei giorni precedenti al bombardamento del ’43: uno spaccata di vita di un tempo dove le donne, rimaste sole diventano eroine per necessità.

Tutti i dettagli su spettacoli, orari, costi e abbonamenti nel sito internet del Teatro de' Servi di Roma.

Teatro de' Servi di Roma, Via del Mortaro 22, stagione dal 28 settembre 2018 al 2 giugno 2019. Spettacoli dal martedì al venerdì alle ore 21, il sabato alle ore 17:30 e alle ore 21, la domenica alle ore 17:30. 

Ulteriori informazioni: telefono 06.6795130 - sito internet www.teatroservi.it - mail info@teatroservi.it - pagina Facebook www.facebook.com/TeatroServi - ufficio stampa Ilaria Tana

0
0
0
s2sdefault
pasolini.jpg