media & sipario - Teatro Il Celebrazioni di Bologna, dal 5 ottobre la nuova stagione

Questo sito utilizza cookies per facilitare la navigazione dei suoi utenti. Premendo il pulsante OK l'utente ne accetta l'utilizzo sul device

Sidebar

SPETTACOLI CONSIGLIATI

25
Mon, Sep

Teatro Il Celebrazioni di Bologna, dal 5 ottobre la nuova stagione

Strumenti
Carattere

E' stato presentato il corposo cartellone spettacoli 2017/2018 della sala bolognese: una lunga sequenza di appuntamenti tra prosa, danza e tanta musica

STAGIONI - Calendario molto ricco come di consueto, quello proposto da Il Celebrazioni di Bologna (45 diversi appuntamenti!). Si innestano su artisti oramai ricorrenti, nuove proposte di comunque sicura presa sull'ormai consolidato e fidelizzato pubblico emiliano.

La stagione 2017/2018

5 ottobre - Viaggio al termine della notte, liberamente tratto dal capolavoro di Louis Ferdinand Céline, di Elio Germano e Teho Teardo, con Elio Germano (voce), Teho Teardo (chitarra, live electrionics), Laura Bisceglia (violoncello), Ambra Chiara Michelangeli (viola) e Elena De Stabile (violino). Avvalendosi della sensibilità interpretativa di Elio Germano, Teho Teardo ripercorre musicalmente alcuni frammenti del "Viaggio" restituendo, in una partitura inedita, la disperazione grottesca di questo capolavoro di scrittura.

7 ottobre - Bologna Musica d'Autore, serata conclusiva della prima edizione del contest dedicato ai giovani cantautori ideato e promosso da Fonoprint, con Luca Carboni e Gaetano Curreri.

27 ottobre - Concerto inaugurale del Bologna Jazz Festival, con Matthew Herbert (elettronica), Enrico Rava (tromba) e Giovanni Guidi (pianoforte).

3 novembre - L'improvvisatore 2 di e con Paolo Rossi e con Emanuele Dell’Aquila e Alex Orciari. Lo spettacolo riflette sugli “dei, la rivoluzione” e le vicende del famoso comico intellettuale, pur divagando un po’. Sul palcoscenico anche la musica de I Virtuosi del Carso e una sedia vuota per un intervistatore ospite che sarà scelto dal pubblico di serata in serata. In sala sarà inoltre presente una hostess con microfono alla mano reclutata la sera stessa nel foyer: il pubblico è avvisato!

5 e 6 novembre - Un americano a Parigi, musiche di George Gershwin, regia e sceneggiatura di Sandra Bertuzzi, con gli attori della Compagnia Fantateatro e la pianista Pina Coni.

8 novembre - Dal vivo sono molto meglio di Paola Minaccioni con Alberto Caviglia e Claudio Fois, regia di Paola Rota. Lo spettacolo raccoglie tutti i personaggi di Paola Minaccioni, nati in TV, al cinema o alla radio, in una surreale sequenza.

Dal 10 al 12 novembre - L'uomo che non capiva troppo - Reloaded, scritto, diretto ed interpretato da Lillo & Greg e con Vania Della Bidia, Benedetta Valanzano, Danilo De Santis e Marco Fiorini. Una deliziosa (e surreale) commedia che prende spunto dalla seguitissima serie presente nella trasmissione radiofonica “6-1-0”. Lillo è un uomo tranquillo che all’improvviso scopre un mondo che non gli appartiene, fatto di spionaggio, intrighi e società segrete. consigliato da m&s

13 novembre - I Soviet + L'Elettricità. Cento anni di rivoluzione russa: un secolo di CCCP. con Massimo Zamboni (voce, chitarra), Angela Baraldi (voce), Max Collini (voce), Danilo Fatur (performance), Simone Filippi (ritmiche), Simone Beneventi (timpani, vibrafono, ritmiche), Cristiano Roversi (tastiera, basso, programmazioni) e Erik Montanari(chitarra), visual curato da Carlo Cerri e Piergiorgio Casotti. Il pubblico non vedrà nessun concerto rock ma un'azione teatrale-musicale in cui scorrerà tutto il '900 e l'ambizione che anima le vite degli uomini, quella di sentirsi uguali e padroni del proprio destino.

16 novembre - Edoardo Bennato in concerto. Una delle voci rock più amate che riporta sul palco la grinta, la poesia, l'intelligenza che lo contraddistinguono.

17 novembre - Delusionist con Natalino Balasso e Marta Dalla Vita. Un presente alternativo dove non c’è più niente da recitare. Anche chi ha un obiettivo base come campare si trova a fare i conti con uno standard di sopravvivenza sempre più alto e con la frustrazione che ne deriva. Delusionist è una pillola salvifica che permette di rimanere accesi 7 giorni su 7, 24 ore su 24, ma non è esente da effetti collaterali.

19 novembre - Paola Turci in concerto con Il secondo cuore tour. La cantautrice romana interpreta, con la grinta e l'eleganza che la contraddistinguono, le canzoni più conosciute e amate che l'hanno resa una delle artiste più apprezzate del panorama musicale italiano, insieme ai suoi nuovi brani.

23 novembre - Lo schiaccianoci, su musiche di Pyotr Ilyich Tchaikovsky e coreografie di Marius Petipa, con i solisti del Corpo di Ballo Saint Petersburg Classical Ballet Tradition. Uno dei balletti più affascinanti della storia della danza classica.

Dal 24 al 26 novembre - Il sorpasso, dall’omonimo film di Dino Risi (adattamento teatrale Micaela Miano), regia di Guglielmo Ferro, con Giuseppe Zeno, Luca Di Giovanni e con la partecipazione di Cristiana Vaccaro, e con Marco Prosperini, Simone Pieroni, Pietro Casella, Francesco Lattarulo e Marial Bajma Riva. Considerato un manifesto dell’Italia del boom economico, Il sorpasso rappresenta anche un grande road movie psicologico che lo rende a noi contemporaneo. Al centro i due protagonisti e il loro incontro/scontro, fatto di ambizioni, fughe e rinascite.

30 novembre - Cirque du Shatush di Monica Silvia Lima, Enzo Luppariello, Nando Mormone e Ciro Ceruti, regia di Ciro Ceruti, con Arteteca (Monica Silvia Lima e Enzo Luppariello) e con un gruppo di 8 circensi ed acrobati. 

Da 1° al 3 dicembre - Regalo di Natale di Pupi Avati (adattamento teatrale di Sergio Pierattini), regia Marcello Cotugno, con Gigio Alberti, Filippo Dini, Giovanni Esposito, Valerio Santoro e Gennaro Di Biase. Uno tra i più bei film di Pupi Avati diventa teatro e racconta sul palcoscenico la storia dei quattro "amici" di vecchia data che la notte del 25 dicembre s’incontrano per giocare una partita a poker. La partita, in origine amichevole, finirà per mettere in campo il bilancio della vita di ognuno dei personaggi tra fallimenti, sconfitte, tradimenti, menzogne ed inganni. 

Dal 7 al 10 dicembre - Le Cirque with the World's Top Performers in Alis - Christmas Gala. Un progetto che interpreta e promuove il circo moderno senza il coinvolgimento degli animali.

13 dicembre 2017 - Eleganzissima, scritto, diretto ed interpretato da Drusilla Foer, con i musicisti Loris di Leo (pianoforte) e Nico Gori (clarinetto e sax).

Dal 14 al 17 dicembre - La guerra dei Roses, di Warren Adler (traduzione di Antonia Brancati ed Enrico Luttmann), regia di Filippo Dini (vedi 'Rosalind Franklin' merita tutto il nostro applauso riparitore, anche eleicodale), con Ambra Angiolini e Matteo Cremon, e con Massimo Cagnina ed Emanuela Guaiana. Una commedia noir dall’efferata cattiveria e dal ritmo serrato che mette a nudo le ipocrisie familiari e quelle della borghesia americana.

Dal 20 dicembre 2017 al 7 gennaio 2018 - L'Artusi, bollito d'amore, di Roberto Pozzi, regia di Alessandro Benvenuti, con Vito e Maria Pia Timo (vedi Le "Ricette" contengono lo stesso "Amore": il divertimento del pubblico). Firenze, sul finire del 1800, nella grande cucina di un romagnolo illustre, con un quaderno destinato a diventare uno dei libri di gastronomia più venduti al mondo. Ma, realmente, chi l'ha scritto? e chi era il cuoco? Brindisi di fine anno il 31 dicembre.

23 dicembre - The Harlem Spirit of Gospel Choir with Anthony Morgan in concerto. Una serata di atmosfera natalizia che puntualizza l'obiettivo della musica gospel: "diffondere la buona novella in tutto il mondo attraverso la musica".

Dall'11 al 13 gennaio - Michelangelo, di e con Vittorio Sgarbi. Viene ricomposto, anche grazie alla musica di Valentino Corvino e alle immagini del visual artist Tommaso Arosio, un periodo emblematico, imprescindibile ed unico della storia dell’arte.

14 gennaio - I racconti di Masha, in anteprima europea. In scena le storie della piccola Masha rielaborate e mescolate con tanta fantasia e con la pura ingenuità tipica del mondo dell’infanzia. 

19 e 20 gennaio - Instant Theatre, nato da un’idea di Enrico Bertolino e Luca Bottura, scritto e diretto da Enrico Bertolino e Luca Bottura con Enrico Nocera, regia di Massimo Navone. Enrico Bertolino ha iniziato da tempo a cimentarsi in una formula teatrale innovativa, uno spettacolo in cui narrazione, attualità, umorismo, storia, costume, cronaca, comicità, politica e satira si incontrano sulle assi di un palcoscenico. Il teatro diventa così un luogo di informazione satirica strettamente legata all’attualità e lo spettacolo diviene un percorso di conoscenza di un tema politico o sociale.

27 gennaio - Toren, creato e diretto da Alessandro Pietrolini, coreografie di Federica Vaccaro e Alessandro Pietrolini, con i Sonics. Uno spettacolo fortemente visuale e ricco di nuove sperimentazioni sceniche e acrobatiche. Sul palco la storia di un uomo che, inconsapevolmente intrappolato nella propria routine, vive una vita in "bianco e nero". Un giorno però qualcosa sconvolgerà il suo triste equilibro e l’uomo scivolerà in un mondo dai mille colori.

28 gennaio - Il magico Zecchino d'Oro, drammaturgia di Raffaele Latagliata e Pino Costalunga, regia di Raffaele Latagliata. Per i suoi primi 60 anni lo Zecchino d’oro si regala un musical con 6 performer e il corpo di ballo dell’Arena di Verona.

Dal 2 al 4 febbraio - Una festa esagerata!, interpretato, scritto e diretto da Vincenzo Salemme, con Nicola Acunzo, Vincenzo Borrino, Antonella Cioli, Sergio D’Auria, Teresa Del Vecchio, Antonio Guerriero, Giovanni Ribo’ e Mirea Flavia Stellato. Si racconta in chiave realistica e divertente il lato oscuro e grottesco dell’animo umano, in particolare di quello della borghesia che Salemme vede come un grande condominio, fatto di vicini che si scambiano favori ma che al contempo si pugnalano alle spalle.

Dal 9 all'11 febbraio - Sento la terra girare con Teresa Mannino. L'artista siciliana torna in teatro con il suo nuovo spettacolo, per bissare il successo di Sono nata il 23 (vedi Teresa Mannino sarà anche nata il "23", ma è divertente per tutto il mese).

Dal 16 al 18 febbraio - Bukurosh, mio nipote Ovvero il ritorno dei suoceri Albanesi, di Gianni Clementi, regia di Claudio Bocaccini, con Francesco Pannofino ed Emanuela Rossi e con Andrea Lolli, Silvia Brogi, Maurizio Pepe, Filippo Laganà ed Elisabetta Clementi. Tornano i "suoceri" (vedi I suoceri albanesi, il divertimento secondo Gianni Clementi e i TuttiEsauriti) in una nuova divertente riflessione sulla nostra società e sui pregiudizi, i timori, le contraddizioni e le debolezze che la abitano.

21 febbraio - Break the rules, creatore e direttore artistico German Cornejo, con i primi ballerini German Cornejo e Gisela Galeassi e con e con Nicolas Schell, Noelia Pizzo, Ezequiel Lopez, Camila Alegre, Edgar Luizaga e Pamela Pucheta. Sul palco una spettacolare sfida tra balli dei sobborghi: il tango acrobatico vs la break dance, il tutto rigorosamente live.

Dal 23 al 25 febbraio - Sogno di una notte di mezza estate, di William Shakespeare (adattamento di Francesco Bellomo e Massimiliano Bruno), regia di Massimiliano Bruno, con Stefano Fresi, Giorgio Pasotti, Violante Placido e Paolo Ruffini, e con Claudia Tosoni, Dario Tacconelli, Rosario Petix, Zep Ragone, Maurizio Lops e Tiziana Scrocca. Mito, fiaba e suggestioni contemporanee s’intrecciano continuamente all’interno di quest’originale versione del testo shakespeariano contaminato dalla fervida fantasia dell’adattamento.

1 marzo - Anima e corpo. Vivir Flamenco, coreografie di Juan Ogalla, Juan El Junco e Gianna Raccagni, musiche di Oscar Lago e Alberto Rodriguez, regia e direzione artistica di Gianna Raccagni, con Gianna Raccagni, Lucia Capponi e Laura Baioni (FlamenQueVive) e con Juan Ogalla e Juan El Junco e con Matias Lopez El Mati e José Salguero (voce) e Oscar Lago e Alberto Rodriguez (chitarra). 

Dal 2 al 4 marzo - Perfetta, di Mattia Torre con Geppi Cucciari. Si racconta un mese di vita di una donna attraverso le quattro fasi del ciclo femminile. Una radiografia teatrale, sociale ed emotiva di 28 comici e disperati giorni della vita della protagonista, simbolo di tutte le donne, anche di quelle non attrici.

7 marzo - L'ispettore Drake e il delitto perfetto di David Tristram (traduzione di Enrico Luttmann), adattamento, regia ed interpretazione di Sergio Assisi, con Luigi Di Fiore, Francesco Procopio, Fabrizio Sabatucci e Beatrice Gattai. Un misterioso e intricato delitto. Chi è il misterioso dottor Short? E perché ha sposato un facocero? È stato lui ad uccidere la sua quarta moglie o è stata la sua quarta moglie a uccidere lui? Che ci fa il Papa nel bosco? Ma soprattutto, perché c’è un lampione in salotto?

Dall'8 all'11 marzo - La strana coppia, di Neil Simon (traduzione di Luigi Lunari), regia di Antonio Mastellone, con Claudia Cardinale e Ottavia Fusco. La versione al femminile della nota pièce teatrale vede recitare fianco a fianco una vera "strana coppia" composta da Claudia Cardinale e Ottavia Fusco, i due grandi amori della vita di Pasquale Squitieri, la storica compagna di vita e l’ultima moglie.

15 marzo - Qui e ora, scritto e diretto da Mattia Torre, con Paolo Calabresi e Valerio Aprea. Lo scontro tra due individui sopravvissuti a un incidente in scooter alla periferia estrema di una grande città, nella vana attesa dei soccorsi. (vedi Valerio & Valerio sono "qui e ora", ma solo a Teatro)

Dal 16 al 18 marzo - Tempi nuovi, scritto e diretto da Cristina Comencini, con Ennio Fantastichini e Iaia Forte, e con Marina Occhionero e Nicola Ravaioli. Un nucleo familiare investito dai cambiamenti veloci e sorprendenti della nostra epoca legati all’elettronica, ai mestieri, ai saperi e alle nuove relazioni. Sul palcoscenico avviene il terremoto che sconvolge comicamente la vita dei quattro protagonisti.

22 marzo - Giselle, coreografie di Itamar Serussi Sahar e Chris Haring/Liquid Loft, musiche originali ispirate alla partitura di Adolphe Adam, rielaborazioni musicali di Richard Van Kruysdijk e Andrea Berger, concept development di Peggy Olislaegers, sulle punte Il Balletto di Roma (vedi Giulietta e Romeo non al balcone, ma sulle punte del Balletto di Roma). Per la prima volta ad essere coinvolti nella rilettura due coreografi in un’unica creazione: ogni atto è lo specchio dell’immaginario di ciascuno dei due coreografi che apporta una nuova luce sugli snodi drammatici e sui valori che l’opera può oggi trasmettere.

Dal 23 al 25 marzo - Nel nostro piccolo. Gaber, Jannacci, Milano di e con Ale e Franz, regia di Alberto Ferrari. Il racconto di un mondo visto dalla parte di chi ha l’audacia di vedere, con le proprie idee, dentro la vita di ognuno, è il racconto delle sconfitte e delle paure che ci accompagnano, del coraggio di vivere storie non sempre vincenti. Ale e Franz (vedi Tanti Lati? Per fortuna Ale e Franz non sono "latitanti" a teatro) ripercorrono la storia di Enzo Jannacci e di Giorgio Gaber, che a loro volta hanno aiutato e guidato la riflessione di tanti altri artisti, e raccontano a loro modo “un mondo , sofferto e gioioso, colorato e grigio, assolato e buio. Ma sempre e comunque un mondo vero, reale. Senza timori, senza remore”. consigliato da m&s

6 e 7 aprile - In...tolleranza Zero di e con Andrea Baccan (Pucci), regia di Dino Pecorella, con la partecipazione della Zurawski Live Band. Uno spettacolo esilarante sulla fatica del vivere a 50 anni, l'interagire con nuove e incomprensibili mode, con le avanzate tecnologie, con i figli e le loro devastanti e dispendiose attività extrascolastiche. Inoltre, Pucci, appesantito dagli acciacchi del mezzo secolo, sarà costretto a rivoluzionare la sua vita con esami clinici, esercizi fisici e con un nuovo tipo di alimentazione.

12 aprile - Rossini Ouvertures di Mauro Astolfi, in scena la Spellbound Contemporary Ballet su musiche di Gioachino Rossini. (vedi Rossini e Spellbound, per un Contemporary Ballet di qualità)

Dal 13 al 15 aprile - Mi manda Picone... fu Pasquale, dal film Mi manda Picone di Nanni Loy (adattamento di Lucio Aiello), regia di Enrico Maria Lamanna, con Biagio Izzo. Mi manda Picone 33 anni dopo. Elvio Porta, sceneggiatore insieme a Nanni Loy del celebre film, ha scritto per il teatro uno spin-off che immagina il figlio Antonio ormai adulto, disoccupato, sposato, forse futuro papà, esaurito e perseguitato da oscuri personaggi.

20 aprile - Danze e Balletti con l'Orchestra Sinfonica L'Offerta Musicale diretta da Giovanni Montanari. 

21 aprile - Michael Jackson Live Tribute Show di e con Sergio Cortés. Una band live e un corpo di ballo animano la scena con i grandi successi del Re del pop mondiale.

5 maggio - Far finta di essere G..., con Davide Calabrese e Lorenzo Scuda. Nella performance dei due componenti degli Oblivion (vedi Oblivion, in scena gli "scienziati" della musica con "The Human Jukeboxe") musica e teatro si fondono per riprodurre il giusto mix fra una rilettura personale dei testi gaberiani e un tributo alla perfezione scenica e musicale delle sue opere migliori. Assieme divertimento e riflessione, dolcezza e amarezza, i contrasti tipici della condizione dell’uomo moderno che nessuno ha mai saputo esprimere con tanta efficacia.

11 e 12 maggio - Dorian Gray - La bellezza non ha pietà, ideato e scritto da Daniele Martini, allestimento di Emanuele Gamba, regia originale di Wayne Fowke, con Federico Marignetti, Marco Vesprini e Thibault Servière. Un racconto psicologico e spirituale sui temi romanzati da Oscar Wilde tra monologhi teatrali e arie musicali che vanno dall'orchestrale al rock contemporaneo.

Al Teatro Il Celebrazioni di Bologna, in Via Saragozza 234, stagione dal 10 novembre 2017 al 15 aprile 2018. Spettacoli alle ore 21 (feriali) e alle ore 18 (festivi). 

Ulteriori informazioni: sito internet www.teatrocelebrazioni.it - telefono 051.6154808 - pagina facebook www.facebook.com/teatroilcelebrazionibologna - ufficio stampa Elisabetta Severino

CHI E' DI SCENA TEATRALE