media & sipario - Teatro Storchi di Modena, un teatro e una stagione a misura della città

Questo sito utilizza cookies per facilitare la navigazione dei suoi utenti. Premendo il pulsante OK l'utente ne accetta l'utilizzo sul device

Sidebar

SPETTACOLI CONSIGLIATI

19
Sun, Nov

Teatro Storchi di Modena, un teatro e una stagione a misura della città

Strumenti
Carattere

Presentata l'articolata stagione teatrale delle due sale modenesi (Teatro Storchi e Teatro delle Passioni), entrambe gestite da Emilia Romagna Teatro Fondazione

STAGIONI - In aperta controtendenza rispetto alla tentazione a rinchiudersi in prigioni censorie o ad erigere muri, sempre più spesso occhieggiante in svariati angoli del nostro vecchio continente, ERT si propone di dare vita ad un grande “teatro senza mura” che si vuole e si pensa a misura di città e “teatro senza mura” è, per l’appunto, il leitmotiv che ha guidato la direzione artistica nella programmazione del cartellone 2017/2018, il primo che Claudio Longhi presenta nelle sue vesti di direttore di ERT Fondazione. Un teatro “aperto”, privo di barriere fisiche e ideologiche; un teatro in continua mutazione che, facendo tesoro della sua storia e crescendo ad un tempo insieme alla sua città, è in grado di ricercare nuove strade da percorrere senza mai disconoscere il valore della tradizione e del radicamento in essa.

Cartellone 2017/2018

21 e 22 ottobre - Begalut – In esilio, regia e scene di Levan Tsuladze. Ninnananna ebrea cantata da Neka Sebiskveradze (spettacolo senza testo)

28 ottobre - Serata d’onore. 40 anni di spettacoli con gli allievi della Scuola di Teatro “Iolanda Gazzerro” - laboratorio permanente per l’attore

Dal 2 al 5 novembre - Il Libro di Giobbe di Emanuele Aldrovandi e Pietro Babina, liberamente ispirato all’omonimo testo biblico. Scene, luci e regia di Pietro Babina

Dal 23 al 26 novembre - Va pensiero scritto e diretto da Marco Martinelli, ideazione Marco Martinelli e Ermanna Montanari (prima assoluta)

Dal 14 al 17 dicembre - L’ora di ricevimento (banlieue) di Stefano Massini, regia di Michele Placido, con Fabrizio Bentivoglio

26 dicembre 2017 - Humanoptère, direzione artistica di Clément Dazin, giocolieri: Jonathan Bou, Martin Cerf, Clément Dazin, Bogdan Illouz, Minh Tam Kaplan, Martin Schwietzke e Thomas Hoeltzel in alternanza con Miguel Gigosos Ronda

1 gennaio 2018 - Caro Babbo Teatro, ti scrivo… Regala un piccolo sogno alla tua città

Dal 17 al 20 gennaio - Giulio Cesare di William Shakespeare, traduzione Sergio Perosa, adattamento e regia di Àlex Rigola, con Michele Riondino 

Dal 31 gennaio al 4 febbraio - La classe operaia va in paradiso, dall’omonimo film di Elio Petri (sceneggiatura Elio Petri e Ugo Pirro), drammaturgia di Paolo Di Paolo, regia di Claudio Longhi (prima assoluta)

Dall'8 all'11 febbraio - Il giorno di un Dio, testo e regia di Cesare Lievi, con (in o. a.) Hendrik Arnst, Valentina Bartolo, Bea Brocks, Nicolai Despot, Paolo Garghentino, Irene Kugler, Graziano Piazza, Alvia Reale

Dal 15 al 18 febbraio - Medea di Euripide, traduzione di Umberto Albini, regia di Luca Ronconi ripresa da Daniele Salvo, con Franco Branciaroli

23 e 24 febbraio - Copenaghen di Michael Frayn, regia di Mauro Avogadro, con Umberto Orsini, Massimo Popolizio e con Giuliana Lojodice

Dal 1° al 4 marzo - Mr. Pùntila e il suo servo Matti di Bertolt Brecht, regia e scene di Ferdinando Bruni e Francesco Frongia.

Dal 6 all'11 marzo - Medea sulla strada, drammaturgia di Elena Cotugno e Fabrizio Sinisi, ideazione e regia di Gianpiero Borgia, con Elena Cotugno (spettacolo itinerante su furgoncino con prenotazione obbligatoria - vedi Medea, la tragedia moderna è in uno dei tanti Viali Zara della nostra indifferenza) consigliato da m&s

Dal 15 al 18 marzo - Il giocatore da Fëdor Dostoevskij, adattamento di Vitaliano Trevisan, regia di Gabriele Russo

27 marzo - Sorry, boys Dialoghi su un patto segreto per 12 teste mozze, liberamente ispirato a fatti realmente accaduti a Gloucester (Massachusetts), di e con Marta Cuscunà

Dal 12 al 15 aprile - Antigone di Sofocle, traduzione di Simone Beta, drammaturgia di Sandro Lombardi e Federico Tiezzi, regia di Federico Tiezzi

19 aprile - Dieci storie proprio così Terzo Atto, da un’idea di Giulia Minoli, drammaturgia di Emanuela Giordano e Giulia Minoli, regia di Emanuela Giordano

5 e 6 maggio - Ifigenia, liberata, progetto e drammaturgia di Angela Demattè e Carmelo Rifici, regia di Carmelo Rifici

21 e 22 maggio - Gold / Sacre, coreografie e luci di Emanuel Gat per cinque danzatori

Teatro Storchi di Modena, Largo Garibaldi 15. Stagione da sabato 21 ottobre 2017 a martedì 22 maggio 2018.

Ulteriori informazioni: sito internet www.emiliaromagnateatro.com - telefono 059.2136021 (biglietteria) - mail biglietteria@emiliaromagnateatro.com - pagina facebook www.facebook.com/TeatroStorchiTeatrodellePassioni

CHI E' DI SCENA TEATRALE