media & sipario - Grandi spettacoli, grandi nomi e grande prosa al Teatro Civico de La Spezia

Questo sito utilizza cookies per facilitare la navigazione dei suoi utenti. Premendo il pulsante OK l'utente ne accetta l'utilizzo sul device

Sidebar

CONSIGLIATI

18
Mon, Dec

Grandi spettacoli, grandi nomi e grande prosa al Teatro Civico de La Spezia

Strumenti
Carattere

Con colpevole - nostro - ritardo abbiamo scoperto la bella stagione del civico spezzino. Un cartellone interessante, reso ancora più stimolante dalla collaborazione con una sala romana: il Teatro Belli 

STAGIONI - Nella Grecia classica, è la dichiarazione rilasciata alla stampa dal sindaco della Spezia Pierluigi Peracchini, il teatro è lo strumento attraverso cui è nata la democrazia e per questo le istituzioni hanno il dovere di valorizzare e promuovere la cultura con spettacoli eterogenei e collaborazioni autorevoli affinché resti vigile la democrazia stessa. Per questo, il Teatro Civico per la stagione 2017/2018 alza il proprio sipario non solo inaugurando un cartellone di assoluto prestigio ma anche una collaborazione importante con un nostro illustre concittadino, Antonio Salines, direttore artistico del Teatro Belli di Roma, di cui siamo particolarmente orgogliosi. 

Gli abbonati alla stagione del Teatro Civico potranno usufruire di un ingresso gratuito agli spettacoli della stagione del Teatro Belli previa prenotazione. Inoltre Antonio Salines sarà in scena al Civico con Gente di facili costumi.

Estratto dal cartellone 2017/2018

17 e 18 dicembre - Il nome della rosa, regia di Leo Muscato. Con Eugenio Allegri, Giovanni Anzaldo, Giulio Baraldi, Renato Carpentieri, Luigi Diberti, Marco Gobetti, Luca Lazzareschi, Daniele Marmi, Mauro Parrinello, Alfonso Postiglione, Arianna Primavera, Franco Ravera, Marco Zannoni. Una gigantesca produzione di tre Teatri Stabili uniti che farà rivivere, con effetti speciali, il grande romanzo di Umberto Eco.

22 dicembre 2017 - Lo Schiaccianoci, coreografia di Massimiliano Volpini, con la Compagnia Balletto di Roma. Sulle note di Čajkovskij, Volpini porta in scena un’originale versione del classico natalizio. Una riflessione lucida e poetica insieme, che consente di realizzare, nel rispetto del repertorio, una versione moderna, fresca e vitale, ricca di ulteriori spunti stilistici e drammaturgici. (vedi Il Balletto di Roma "rinnova" il suo "Schiaccianoci". Nuova veste e nuovo tour)

3 gennaio 2018 - Il lago dei cigni, coreografia di Marius Petipa, con Russian Stars & Moscow State Classical Ballet. Una delle più prestigiose compagnie di giro di balletto classico di tutta la Russia, conosciuta e apprezzata a livello internazionale. (vedi Russian Stars, per la prima volta sulle punte nei teatri italiani)

21 e 22 gennaio - Il casellante di Andrea Camilleri e Giuseppe Dipasquale, regia di Giuseppe Dipasquale. Con Moni Ovadia, Valeria Contadino, Mario Incudine. La proficua collaborazione tra i due autori (vedi Anche fosse "Scrollalancia", la Poesia cambia lingua ma la musica è la stessa) prosegue proficuamente...

28 gennaio - Intrigo e Amore di Friedrich Schiller, regia di Marco Sciaccaluga, con Roberto Alinghieri, Alice Arcuri, Enrico Campanati, Andrea Nicolini, Orietta Notari,Tommaso Ragno, Simone Toni, Mariangeles Torres, Marco Avogadro, Daniela Duchi, Nicolò Giacalone. Il conflitto tra il potere tirannico e il diritto alla felicità di ogni essere umano è il tema del capolavoro schilleriano, portato in scena dal Teatro Stabile di Genova.

4 febbraio - Gigì, innamorarsi a Parigi, regia di Corrado Abbati, con la direzione musicale di Maria Galantino e le coreografie di Cristina Calisi, in scena la Compagnia Corrado Abbati. (vedi Cantando sì, ma sotto una gran pioggia di applausi)

7 e 8 febbraio - Father and Son, ispirato a “Gli Sdraiati” e “Breviario comico” di Michele Serra, regia di Giorgio Gallione. Con Claudio Bisio. Il racconto del rapporto tra padre e figlio senza pudori, con ironia e sincerità. (vedi Padre e Figlio "C" sono, con Claudio Bisio, al Teatro Il Celebrazioni)

19 febbraio - Mozart il sogno di un clown di e con Giuseppe Cederna, regia di Ruggero Cara e Elisabeth Boeke. La vita di uno dei più grandi geni dell’umanità raccontata da Giuseppe Cederna.

1 marzo - Nel nostro piccolo - Gaber / Jannacci / Milano, regia di Alberto Ferrari, con Ale e Franz. Emozione, risate e lacrime nel ricordo della Milano di Gaber e Jannacci portata in scena da Ale e Franz. (vedi Tanti Lati? Per fortuna Ale e Franz non sono "latitanti" a teatro)

6 e 7 marzo - Delitto / Castigo, adattamento teatrale di Sergio Rubini e Carla Cavalluzzi, regia di Sergio Rubini, con Sergio Rubini e Luigi Lo Cascio. Una coppia eccezionale di interpreti si immergono nella vertigine egoistica del grande capolavoro di Dostoevskij.

14 marzo - Gente di facili costumi di Nino Manfredi e Nino Marino, regia di Carlo Emilio Lerici. Con Antonio Salines e Francesca Bianco, voce fuori campo Carlo Emilio Lerici. Andato in scena per la prima volta nel 1988, con lo stesso Nino Manfredi nei panni del protagonista, questo testo è considerato ancora oggi uno dei testi più eclatanti apparso sulle scene italiane negli ultimi anni.

21 e 22 marzo - La Bottega del Caffè di Carlo Goldoni, regia di Antonio Zavatteri. Con Massimo Brizi, Antonio Zavatteri, Lisa Galantini, Alessia Giuliani, Alberto Giusta, Roberto Serpi, Aldo Ottobrino, Pier Luigi Pasino, Mariella Speranza. Divertimento all’insegna di un classico, portato in scena dalla Compagnia Gank.

23 marzo - PFM in concerto. Tra le più celebri band progressive ancora in attività, la Premiata Forneria Marconi porta nei teatri italiani il nuovo album Emotional Tattoos in preparazione del tour mondiale.

3 aprile - Sarah-Jane Morris & Antonio Forcone in concerto (alle ore 21). Una voce che può provocare brividi di passione e di piacere… Quando sale altissima, quando scende in picchiata, sensuale e sofisticata, questa voce è più di uno stile, è una forza della natura… ballata malinconica, standard soul o fosco blues, il messaggio resta lo stesso: passione umana con una voce stupefacente. (Neil Spencer)

5 aprile - Rosalyn di Edoardo Erba, regia di Serena Sinigaglia. Con Marina Massironi e Alessandra Faiella. Due attrici poliedriche al servizio di un "delitto”. (vedi Rosalyn è un amaro ritratto (nel vero senso della parola) della società contemporanea)

10 maggio - Io ci sarò con Giuseppe Giacobazzi, di e con Andrea Sasdelli, collaborazione ai testi di Carlo Negri. Oggi - ha dichiarato Giacobazzi - mi rendo conto di essere un genitore di 53 anni con una figlia di 3 e quindi mi sono ritrovato a pensare: riuscirò a vedere i miei nipoti e a rapportarmi come fa un nonno e quindi a viziarli, a giocare con loro, a parlarci e raccontargli delle storie?. La risposta a queste ed altre domane in teatro.

Teatro Civico de La Spezia, Piazza Mentana 1, stagione da giovedì 16 novembre 2017 a giovedì 10 magggio 2018. Spettacoli alle ore 20:45.

Ulteriori informazioni: telefoni 0187.727521 / 0187.716106 - sito internet www.teatrocivico.it - pagina facebook www.facebook.com/TeatroCivicoDellaSpezia - mail info@teatrocivico.it - comunicazione Federica Stellini

CHI E' DI SCENA (TEATRO)