media & sipario - Teatro Michelangelo di Modena: presentata la stagione teatrale 2018/2019

Questo sito utilizza cookies per facilitare la navigazione dei suoi utenti. Premendo il pulsante OK l'utente ne accetta l'utilizzo sul device

Teatro Michelangelo di Modena: presentata la stagione teatrale 2018/2019

Strumenti
Carattere

La sala modenese festeggia i 30 anni di attività e sceglie di farlo attraverso il nuovo cartellone di prosa, con graditi ritorni ed interessanti novità. Sipario aperto a partire dal 16 ottobre 2018

MODENA - Aperta già da maggio la campagna abbonamenti, che riprenderà a settembre, la stagione di prosa 2018-2019 del Teatro Michelangelo festeggia nel migliore dei modi il trentesimo anno di attività, un risultato non scontato per un teatro privato che vive solo grazie alla risposta di tutti quegli spettatori che, in questi anni, lo hanno sostenuto e apprezzato.

Stagione 2018-2019

Dal 16 al 18 ottobre - "Ben Hur" di Gianni Clementi, con Nicola Pistoia e Paolo Triestino.
Apprezzati nella passa­ta stagione con "La cena dei cretini", i due attori aprono la stagione della sala con uno spettacolo oramai cult che festeggia i dieci anni in scena e si sta rapidamente avvicinando alle 500 repliche.

28 ottobre - "Aggiungi un posto a tavola", testo di Pietro Garinei e Sandro Giovannini con Jaja Fiastri, musiche di Armando Trovajoli.

Dal 30 ottobre al 1 novembre - "Viktor und Viktoria" con Veronica Pivetti e Giorgio Lupano.
Sullo sfondo di una Berlino anni trenta, i due protagonisti raccontano una storia piena di qui pro quo, cambi di sesso, di persona e di intrecci sentimentali senza esclusione di colpi.

Dal 6 al 8 novembre - "Tutto per Lola" con Caterina Costantini e Lorenza Guerrieri.

Dal 13 al 15 novembre - "Ho adottato mio fratello" con Mirko Cannella, Nicolò Innocenzi, Michele Iovane, Jey Libertino, Nazzareno Mattei.

16 novembre - "Beethoven non è un cane" di e con Paolo Migone, regia di Daniele Sala.
In scena un pazzo con cuffia alle orecchie e l’occhio spiritato che aggeggia a dei vecchi vinili, un pazzo incredulo davanti ad adolescenti che identificano Beethoven in un grosso e simpatico cane San Bernardo e che si è stufato di sentire in giro: bella quella musica è della pubblicità della audi (Mozart). 

Dal 20 al 22 novembre - “Di’ che ti manda Pico­ne”, adattamento di Lucio Aiello, regia di Enrico Maria Lamanna, con Biagio Izzo.
Sono passati 33 anni dalle vicende narrate nel film di Nanni Loy, il figlio Antonio è oramai adulto, disoccupato, sposato e forse futuro papà, esaurito e perseguitato da oscuri personaggi. In più il padre entra - in una sorta di crossover di Jekyll con Hyde, nel povero Antonio che farà di tutto per sopravvivere. Ci riuscirà?

Dal 27 al 29 novembre - “Poker”, adattamento di Sergio Pierattini dal film di Pupi Avati, con Gigio Alberti e Filippo Dini. 

Dal 4 al 6 dicembre - "Rosalyn" di Edoardo Erba, con Marina Massironi e Alessandra Faiella.

Dal 11 al 13 dicembre - “Amici, amori, amanti” di Florian Zeller, regia di Enrico Maria Lamanna, con Pino Quartullo, Daniela Poggi, Eva Grimaldi.

Dal 8 al 10 gennaio 2019 - "Singles" di Rodolphe Sand e David Talbot, regia di Rodolphe Sand, con Marco Cavallaro, Antonio Grosso, Claudia Ferri. 
Giuliana, Antonio e Bruno sono amici da anni e da anni sono single. I tre si ritrovano regolarmente ai matrimoni dei loro ex fidanzati, sentendo ancora di più la frustrazione per la loro perenne condizione di celibi. All’ultimo matrimonio a cui partecipano decidono di dare una svolta alla loro esistenza e cambiare finalmente status. In quindici esilaranti quadri un divertente ritratto del mondo dei single con un finale a sorpresa.

Dal 22 al 24 gennaio - “L’Artusi, bollito d’amore” con Vito e Maria Pia Timo.

Dal 5 al 7 febbraio - "Mi amavi ancora" di Florian Zeller con Ettore Bassi.

Dal 12 al 14 febbraio - "Una cena Perfetta" con Ninì Salerno.

Dal 5 al 7 marzo - “La casa di famiglia”, regia di Augusto Fornari, con Luca Angeletti, Laura Ruoco, Toni Fornari, Simone Montedoro.

Dal 12 al 14 marzo - “L’inquilina del piano di sopra” di Pierre Chesnot, regia di Stefano Artissunch, con Ugo Dighero e Gaia De Laurentiis. 

Dal 26 al 28 marzo - "39 scalini" di John Buchan, adattamento di Patrick Barlow. 
Una commedia travolgente tratta da un celebre film di Alfred Hitchcock. In un gioco folle quattro attori interpretano quaranta personaggi.

Tutti i dettagli su spettacoli, orari, costi e abbonamenti nel sito internet del Teatro Michelangelo di Modena.

Teatro Michelangelo di Modena, Via Pietro Giardini 255, stagione da martedì 16 ottobre 2018 a giovedì 28 marzo 2019. Spettacoli alle ore 21 (28.10 e 8.12 alle ore 16:30).

Ulteriori informazioni: telefono 059.343662 - mail info@teatromichelangelo.com - sito internet www.teatromichelangelo.com - ufficio stampa Giuseppe Savastano

0
0
0
s2sdefault
berry.jpg