media & sipario - "Bartali", la "Prima Tappa" è in scena alla IV edizione di NarrAzioni

Questo sito utilizza cookies per facilitare la navigazione dei suoi utenti. Premendo il pulsante OK l'utente ne accetta l'utilizzo sul device

"Bartali", la "Prima Tappa" è in scena alla IV edizione di NarrAzioni

Strumenti
Carattere

Spettacolo conclusivo della quarta edizione della rassegna NarrAzioni, in svolgimento nella Sala Tetraedro di Viterbo. In scena domenica 31 marzo alle ore 18:30

IN SALA - Un ragazzo, appassionato di ciclismo, che si fa chiamare “I’ Bartali” perché è il suo ciclista preferito, innamorato delle corse e della sua bicicletta, si inventa un “Giro d’Italia” tutto suo: fa parte della rete di assistenza clandestina e ogni giorno si deve occupare di portare abiti, cibo e documenti falsi ad ebrei nascosti nella campagna toscana. Il suo sogno di essere proprio come “Ginettaccio” si realizza. I due "Bartali", quello vero e quello finto, fanno del bene senza che si sappia e sfruttano il talento di saper correre in bicicletta per svolgere la loro ardita missione. Lo spettacolo si focalizza su due elementi: da una parte Bartali, grande corridore e dall’altra la Delasem, una rete prima autorizzata dal regime fascista e poi negata. Gino Bartali faceva parte di questa rete e si occupava di trasportare carte d’identità false sotto la sella della sua bicicletta da Firenze ad Assisi, passando per Perugia. Essendo un ciclista e dovendosi allenare anche se l’attività sportiva ufficiale era ferma, Bartali aveva la possibilità di viaggiare attraverso le strade senza essere fermato ai posti di blocco, o se fermato, la sua fama gli permetteva di non essere soggetto a troppe domande. È proprio questo percorso lo spunto che ha suggerito la struttura dello spettacolo, composto di “tappe” vittoriose ma silenti. Tappe dense di racconti, descritte attraverso gli occhi curiosi e attenti di un personaggio che si muove in un percorso geografico lungo le strade dell’Italia in guerra sulla via della solidarietà.

BARTALI PRIMA TAPPA da un’idea di Paola Bigatto e Lisa Capaccioli. Testo e regia: Lisa Capaccioli. Cast artistico: Francesco Dendi. Tecnica, luci e video: Alessandro Di Fraia e Chiara Nardi. Produzione: Factory TAC. [Foto: Elisa Marmugi]

SALA TETRAEDRO DI VITERBO, Via Zazzera 23/25, in data unica domenica 31 marzo 2019 alle ore 18:30. Ingresso riservato ai soci. Per ulteriori informazioni sullo spettacolo e sulla programmazione di sala: mail compagniatetraedro@gmail.com - telefoni 368.3750512 / 349.1591280.

 

0
0
0
s2sdefault
proietti.jpg